eSport Designer – After si racconta

Scritto il 17.07.2017
da Simone "Erss" Rivera

 

“Mi chiamo Gabriele Pierguidi (in arte after). Fin da quando ero piccolo ho sempre avuto una grande passione per le “arti visuali”, specialmente il disegno, perciò verso i 14 anni decisi di “digitalizzare” questa mia passione. Le grafiche all’inizio erano molto semplici, realizzate senza un minimo studio e fatte magari per mettere in pratica  quello che avevo imparato da un tutorial su Youtube.

Pian piano migliorando ho iniziato a voler dare una svolta alla mia “carriera” perciò iniziai a cercare qualche lavoro da fare su alcuni gruppi su facebook. A gennaio entrai in contatto con Simone “Erss” e conobbi il suo progetto rimanendo stupito dalla professionalità con la quale portava avanti il tutto. Devo dire che non sono mai stato un grande appassionato di videogiochi e quindi il mondo esport è sempre stato un campo inesplorato.

Appena entrato nel progetto “Octopus Gaming” mi sono ritrovato in un bel gruppo, con un clima favorevole per il mio ruolo. Nei primi mesi realizzavo locandine per clanwar e tornei. Per un mesetto ho provato a fare montage però per cause superiori ho dovuto smettere. Ultimamente sono stato completamente immerso nel restyling della veste grafica di Octopus Gaming. É stato impegnativo poichè si doveva trovare una giusto compromesso tra un look aggressivo ma comunque elegante. Perciò pian piano,  votazione dopo votazione, modifica dopo modifica, sono arrivato ad un risultato che ha soddisfatto tutti.

Per quanto riguarda il discorso tra marketing e arte devo dire che è solamente da un anno che considero quello che faccio un lavoro, una possibilità di guadagnare soldi. In campo eSport secondo me una veste grafica accattivante è molto importante, perchè oltre a darti un’aria professionale ti permette di ottenere nuovi fan e sponsor. Per creare il giusto logo, ad esempio, non c’è un precisa formula, ma c’è un insieme di piccoli dettagli che uniti ai gusti dalla gente permette di ottenere il lavoro migliore. Iniziare questo percorso mi ha aiutato soprattutto a risolvere uno dei miei difetti, la timidezza, grazie appunto al confrontarsi con altre persone che non conosco.

Per Questa nuova stagione sono molto carico perchè abbiamo diversi progetti in ballo e vedendo i passi fatti in questi otto mesi, sono molto curioso di cosa verrà in futuro.”

 

 

image

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi