Flop 10 videogiochi usciti nel corso del 2018

Scritto il 06.12.2018
da Enrico Vanni
Flop 10 videogiochi usciti nel corso del 2018

Dopo la top, arriva la flop…

Siamo giunto all’inglorioso compito di elencare le 10 delusioni di quest’anno che, per un motivo o per l’altro, non sono riuscite a soddisfare le nostre aspettative. Siamo sicuri che le nostre scelte non saranno in piena sintonia con le vostre, ma abbiamo cercato di elencare il tutto con criterio. Se vi siete persi la Top 10, potete recuperarla a quest’indirizzo. Ed ora, diamo il via alla Flop 10.

10. Final fantasy XV Pocket Edition HD

Final Fantasy XV Pocket Edition - Flop 10

Apriamo le danze della Flop 10 2018 con questa versione “pucciosa” di Final Fantasy XV che, a nostro avviso, sarebbe dovuta restare su dispositivi mobile. Il porting su console, seppur in HD, ha mostrato tutti i suoi difetti dal punto di vista tecnico. Il gioco, ovviamente, non ha mai avuto la pretesa di avere la difficoltà dell’originale (che di suo nemmeno è difficilissimo), bensì si pone come esperienza videoludica tranquilla, creata apposta per chi gioca su mobile, anche occasionalmente. Su console, il titolo risulta anche troppo blando; veramente noioso. Inoltre, la totale inespressività dei personaggi influisce negativamente nei filmati dal punto di vista emotivo. L’aspetto open world è stato eliminato quasi del tutto, in preferenza di una storia più lineare con missioni e obiettivi prestabiliti. Anche la semplificazione del combat system ha influito negativamente sull’impatto del prodotto. Ad esempio, le proiezioni di Noctis sono state troppo semplificate, impedendo la libertà d’azione che si aveva nell’originale. A condire il tutto c’è anche una cattiva conversione, soprattutto per la versione Switch che va a far benedire i 60fps, con cali notevoli e ingiustificati in alcune sessioni di gioco.

 

9. Sea of Thieves

Sea of Thieves - Flop 10

Come mai questo titolo è finito in Flop 10? Nonostante il nostro 7.5 in sede di recensione, il gioco non ha saputo soddisfare le aspettative di molti. Possiede una community ancora attiva, su questo non ci piove. Ma il mondo dei pirati si è presentato, soprattutto inizialmente, come un enorme distesa d’oceano deserta in cui dar vita alle proprie avventure, ma non a tutti questo ha colpito in positivo. Alla lunga la monotonia prende il sopravvento sul divertimento e la voglia d’esplorare le varie isole. Come mai un gioco del genere, nonostante la grande campagna pubblicitaria di Microsoft, non è riuscito a conquistare l’enorme fetta di pubblico prevista? Semplice, un gioco non è un capolavoro solo perché porta il marchio dell’ombra di Rare.

Bisogna comunque dire che il progetto è nato con l’intento di essere sempre espanso (gratuitamente) col passar del tempo ed infatti il titolo pian piano sta proponendo sempre più varietà al gameplay. Inoltre, vanta al contempo un tempo di esperienza non facilmente catalogabile a parole, ma il suo più grande difetto è che le potenzialità di Sea of Thieves potrebbero esplodere dal primo minuto come mai. Rimane un’opera originale a suo modo, ma nata forse troppo acerba per darla in pasto all’utenza che, di fatto, non l’ha accolta con entusiasmo, dividendola a metà tra amatori e detrattori del titolo.

Leggete la nostra recensione.

8. Conan Exiles

Conan Exiles - Flop 10

Non vogliamo esser severi per forza, ma vogliamo esser realisti. Questo gioco è veramente sottotono e non può non essere presente nella nostra Flop 10. Si tratta sostanzialmente di un altro survival, e questa componente nel gioco è anche realizzata piuttosto bene (a discapito di tutto il resto), ma di giochi del genere ormai ce ne iniziano ad esser anche troppi, ed il fatto che l’abbiano ambientato nel mondo di Conan il Barbaro, non fa di esso un capolavoro. Il titolo è mancante di una cosa molto importante, considerando anche l’universo in cui è ambientato: la componente narrativa. Quella linea di narrazione che ci spiega cosa stiamo facendo, qual è il nostro fine, perché stiamo peregrinando in queste lande ostili, eccetera. Ecco spiegato perché secondo noi questo titolo è un’occasione sprecata, rispetto alla media degli altri giochi di questo genere.

 

7. Dakar 18

Dakar 18 - Flop 10

L’ultimo titolo di corse ispirato alla Rally Dakar non ha convinto per nulla. I suoi tutorial e i suoi tracciati risultano esser veramente troppo forzati. Anche il sistema di guida non convince per niente. Il gioco, seppur molto simulativo, risulta quasi forzato nella difficoltà durante la guida riguardo i danni da usura e penalità dovute alla sostituzione dei pochi componenti sostituibili. Inoltre, le poche indicazioni sulla mappa rendono troppo facile perdersi nel deserto, costringendoci a ripartire da zero. Va bene alzare l’asticella, ma non rendendo il prodotto troppo ostico anche per le persone più preparate. Grande mancanza, è anche l’assenza di alcuni veicoli di spessore come la Ford F-150 e l’Iveco Powerstar. Se si vuol esser pignoli nel rendere il più realistico possibile un titolo, bisogna tenere in considerazione tutti gli elementi. Non poteva non rientrare nella nostra Flop 10.

 

6. Secret of Mana

Remake del titolo uscito su Super Nintendo, Secret of Mana è stato afflitto dallo stesso problema di Dissidia Final Fantasy NT (che  vedremo più avanti), una pubblicazione passata troppo in sordina e che presenta una notevole quantità di problemi. Eravamo incerti se inserire il gioco in questa Flop 10, considerando che di base si tratta di un titolo meraviglioso. Tuttavia, proprio considerando lo spessore che ha avuto nel suo passato, durante lo sviluppo si sarebbe potuto fare decisamente di più; ad esempio, porre maggiore attenzione ai modelli poligonali di alcuni boss, che compenetrano nel mondo di gioco, rendendone a volte l’uccisione impossibile, obbligando il giocatore a resettare il livello. Questo è solo uno dei tanti bug e problemi che affliggono il remake in questione. Una vera e propria occasione sprecata. Se proprio volete giocarlo, vi consigliamo caldamente la versione originale che potete rimediare o su SNES Mini, oppure da una delle Virtual Console Nintendo.

 

5. Dissidia Final Fantasy NT

Dissidia Final Fantasy NT - Flop 10

I due capitoli usciti su PSP avevano avuto un ottimo risultato, sia di vendite che di critica. Questo reboot non ha garantito il grande risultato sperato. Le vendite del gioco sono state buone, ma è finito nel dimenticatoio troppo alla svelta. Inoltre, il problema legato al matchmaking iniziale, ha creato non pochi problemi ai giocatori che hanno acquistato il titolo principalmente per la componente multiplayer. Non è un cattivo gioco, perché graficamente e a livello di combat system non è male, ma a pesare sul piatto della bilancia, hanno influito il level design, troppo scarno e un roster di personaggi, che poteva esser implementato maggiormente.

 

4. Metal Gear Survive

Metal Gear Survive - Flop 10

Avessero tolto dal titolo Metal Gear, il gioco non avrebbe venduto più del dovuto. Siamo di fronte ad un caso di sfruttamento di un brand ormai fallito da parte di Konami, che ultimamente sta compiendo un sacco di scelte discutibili riguardo i suoi marchi storici. Questo spin-off risulta molto monotono già dopo alcune ore di gioco. Tutto il gameplay, alla fine, si riduce sostanzialmente a due tipologie di missioni, il classico tower defence e caccia al tesoro. La delusione più grande è stato il comparto multiplayer che poteva sostanzialmente esser la prova di forza di MGS. La sua superficialità è stata ripagata con una gran delusione da parte del pubblico e soprattutto dei fan storici della gloriosa saga creata da Hideo Kojima (ora via da Konami e a lavoro su Death Stranding). Premettiamo che il gioco aveva tutte le carte in regola per essere molto valido, a partire dalla componente suvival che è l’unica cosa che funziona, tralasciando il titolo in copertina e la maggior parte degli elementi ripresi paro paro da The Phantom Pain. Delusione enorme; inevitabile il suo inserimento in questa Flop 10.

 

3. Agony

agony gioco - flop 10

Si, proprio lui! Titolo indie di MadMind Studios, del genere survival horror in prima persona, nel quale possiamo attraversare le lande dell’Inferno, impossessandoci di anime dannate e demoni. Il gioco sulla carta prometteva molto bene, così come per i vari gameplay mostrati nell’arco del suo sviluppo. Purtroppo, all’uscita ci siamo ritrovati in mano un prodotto riuscito solo a metà. Il gioco infatti presentava seri problemi con il comparto grafico, risolti poi tramite patch. I modelli poligonali degli NPC non hanno convinto proprio del tutto, così come gli effetti particellari. A dare un’ulteriore falciata al gioco è stata la scelta di portarlo su console, con un lavoro di conversione a dir poco ridicolo rispetto alla versione PC. Non poteva che essere un’opera da Flop 10.

Leggete la nostra recensione.

 

2. The Quiet Man

The Quiet Man - flop 10

Non poteva mancare The Quiet Man, in seconda posizione di questa Flop 10. Gioco sviluppato da Human Head Studios, pubblicato da Square-Enix, mostrato all’E3 2018 e grande delusione fin dal suo primo giorno d’uscita. Principalmente, si tratta di un beat’em up molto semplice, dove prenderemo i comandi di un personaggio sordo in una storia di vendetta. La trama non del tutto riuscita (con una regia disastrosa), la scelta discutibile di rendere la maggior parte dei dialoghi muti, il tutto condito con un gameplay legnoso, ha dato vita ad un gioco parecchio al di sotto della media per il suo genere. Ora come ora, il titolo ha seriamente bisogno di molti miglioramenti per risultare godibile, a partire dalle animazioni dei personaggi e i modelli poligonali (ma non solo). Il potenziale c’era tutto, ma è stato sprecato totalmente.

Leggete la nostra recensione.

 

1. Fallout 76

Fallout 76-Racconti Virginia - Flop 10

L’ultimo gioco di Bethesda ha fatto un gran parlare di sé, purtroppo in negativo. Questo “esperimento” di un gioco completamente online, senza l’interazione degli NPC, non è riuscito nel suo compito di portare avanti una delle serie di spessore del panorama videoludico. A partire dagli evidenti problemi del day one, corretti con una ingente patch da 50 GB circa, ai problemi legati ai server di gioco, crashati dopo l’episodio delle tre nuke lanciate contemporaneamente. Anche in ambito marketing ci sono stato problemi, come la recente accusa per la Power Armor Edition e le borse all’interno mandate in stoffa solo agli influencer e youtuber.

Ciononostante, il gioco ha il suo potenziale e in alcuni elementi di gameplay è anche piuttosto riuscito. Come per Sea of Thieves, si tratta indubbiamente di un prodotto destinato ad evolversi col passar degli anni, ma allo stato attuale ci sono veramente troppi problemi. In definitiva, non si tratta probabilmente del peggior gioco di questa classifica, ma è indubbio che sia stata la delusione più forte dell’anno, ed ecco perché lo abbiamo piazzato al primo posto della nostra Flop 10.

Leggete la nostra recensione.

Siamo giunti alla conclusione della nostra Flop 10. Cosa ne pensate? Qualche titolo è in contraddizione con i vostri gusti? Scriveteci nei commenti quali giochi avreste inserito in questa lista e su quali invece siete d’accordo.

Vi ricordiamo che è disponibile anche la nostra Top 10 di giochi a questo indirizzo.

potrebbe interessarti anche:

Articoli Simili

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi