New Super Lucky’s Tale – Il provato dall’Open Day Nintendo

Scritto il 09.07.2019
da Ismaele "Isma92" Mosca
New Super Lucky's Tale - Differenze e novità in un trailer

La volpe fa il suo ritorno su Nintendo Switch è risplende di nuova luce

Un altro dei giochi che abbiamo potuto provare durante l’Open Day di Nintendo in quel di Milano è New Super Lucky’s Tale, versione riveduta e corretta dell’originale capitolo omonimo (senza il prefisso New, naturalmente) uscito su Xbox One e PC a novembre 2017 (in pieno periodo Super Mario Odyssey e forse non fu una mossa saggia). Il titolo era un platform 3D sicuramente senza infamia e senza lode, ma comunque molto carino e piacevole da giocare, seppur con diverse sbavature. Considerando inoltre la penuria di opere appartenenti a questo genere, un prodotto come Super Lucky’s Tale faceva comunque piacere ed era tutt’altro che un disastro come da descritto dai più. Certo, molto old nella struttura, ma parliamo pur sempre di un indie realizzato in nome dei platform dei bei vecchi tempi che furono. Quello di cui necessitava era appunto qualche ritocco e accorgimento, proprio ciò che è successo con questa versione per Nintendo Switch.

New Super Lucky’s Tale non è solo il gioco che abbiamo potuto giocare su Xbox One, magari grazie al servizio in abbonamento, Game Pass, ma molto di più. Non si tratta infatti di un mero e semplice porting, bensì di una versione completamente rivisitata che va a limare e perfezionare tutti quegli aspetti poco funzionali della prima release sotto l’ala Microsoft. Si tratta di un titolo più accattivante già solo dal punto di vista tecnico. I colori hanno tonalità più calde ed enfatizzano al meglio la natura dell’opera. La possibilità di poter ruotare la telecamera permette inoltre di gestire meglio i movimenti e l’esplorazione; come se non bastasse, il team di sviluppo ha inserito pure nuove sezioni di gioco, rimuovendo quelle un po’ meno riuscite della vecchia versione.

New Super Lucky's Tale screenshot

Tutte le migliorie della versione Switch

Durante la nostra prova all’Open Day di Nintendo abbiamo potuto giocare il primo livello ed è incredibile come a tratti sembra quasi di ritrovarsi dinanzi ad un titolo quasi nuovo tra le mani. Playful ha davvero arricchito nel migliore dei modi la sua creatura, migliorando i movimenti, le collisioni, i salti e tutti questi piccoli aspetti tecnici, aggiungendo anche una piccola chicca: come saprete, Lucky può scavare nel terreno e questa volta il volpacchiotto si sporca nell’eseguire quest’azione e possiamo ammirare degli effetti particellari di buon livello. Non rilevante dal punto di vista del gameplay, ma pur sempre una trovata che va ad arricchire il titolo sul versante della ricercatezza ed è un colpo d’occhio che non passa inosservato ai fruitori.

L’avventura rimane poi sostanzialmente invariata nella struttura. Al giocatore il compito di trovare quattro quadrifogli per ciascun livello. Quello che cambia, però, è tutto il contorno, da svariate sezioni con un inedito e maggiormente curato level design alle altre lasciate intatte ma meglio rifinite nel complesso ed affrontabili in maniera di gran lunga più avvincente grazie a tutte le migliorie del caso. Non abbiamo potuto provare New Super Lucky’s Tale in portatile, ma confidiamo che possa difendersi più che bene. Dopotutto, il titolo non è così esigente dal punto di vista tecnico, dunque non dovrebbe dare chissà quanti problemi all’ibrida piattaforma della grande N. Certo, non potrete gustarvelo in 4K come su Xbox One X, considerando che il gioco era ottimizzato per girare al meglio sulla console (attuale) più potente del mondo, ma sicuramente la portabilità e il nuovo abito cucito a puntino per Nintendo Switch renderanno l’esperienza di sicuro più soddisfacente.

Una nuova opportunità per Super Lucky’s Tale

Insomma, il lavoro svolto da Playful Studios è molto buono e si rivela un’ottima occasione per tutti coloro che lo avevano snobbato ai tempi, siccome riteniamo possa meritare una seconda chance. Tuttavia, il titolo può essere appetibile anche per coloro che hanno già avuto modo di giocare alla prima release. Io stesso non vi nascondo che quasi sicuramente ci rigiocherò – e molto volentieri – su Nintendo Switch. Non sarà un nuovo gioco a tutti gli effetti – come ad esempio sarebbe potuto esserlo un seguito –, ma possiamo definirlo come una versione 2.0 che tanto aggiunge all’esperienza originale. New Super Lucky’s Tale ci ha fatto una buona impressione e non vediamo l’ora di potervene parlare più approfonditamente in sede di recensione, in quanto contiamo di recensirlo non appena verrà rilasciato in tutti i negozi e negli store digitali. Al momento non è ancora prevista una data di uscita precisa, ma solo un generico “autunno 2019“. Nemmeno all’Open Day ci hanno potuto dire nulla, quindi non ci resta che aspettare.

Su Nintendo Switch il volpacchiotto Lucky ha una nuova opportunità di dire la sua. Sicuramente l’ibrida piattaforma della casa di Kyoto dona maggior lustro alla produzione già solo per il fatto che i platform ben si sposano con la filosofia di questa console, il tutto coadiuvato da una nuova versione che corregge veramente tutto, perfezionando quello che era un prodotto simpatico, ma grezzo. A seguito di quanto tastato con mano, ci sentiamo di affermare l’ottimo lavoro svolto dal team di sviluppo. Finalmente il buon Lucky può esprimersi nel migliore dei modi, come non ha potuto fare prima d’ora e potrebbe essere da lascito per un eventuale vero sequel se le cose si evolveranno per il verso giusto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi