Shadow of the Tomb Raider: The Forge – Lo abbiamo giocato

Scritto il 19.11.2018
da Antonio Rodo
Shadow of the Tomb Raider: The Forge

The Forge, riconferma pregi e difetti dell’avventura principale

Shadow of the Tomb Raider, l’ultimo capitolo delle avventure della bella Lara Croft, ci fece storcere non poco il naso, principalmente per due motivi: la narrativa e la protagonista. Tomb Raider ha sempre peccato per quanto concerne la storia, dal capitolo conclusivo, però, un miglioramento era lecito aspettarselo. Così non è stato; se volete saperne di più prima di The Forge, vi invitiamo a leggere la nostra recensione sul gioco che, al netto di alcune critiche, è piuttosto lusinghiera su altri aspetti della produzione.

The Forge, la prima di sette espansioni che verranno rilasciate nei mesi a venire, è un contenuto molto breve: aggiunge poco alla storia e introduce una nuova tomba. È incluso all’interno del season pass, che potete acquistare al prezzo di 29,99€. Potreste anche decidere di comprarlo singolarmente, in questo caso la spesa è di soli 4,99€.

Lara Croft - The Forge

Una nuova tomba

Il breve racconto ha inizio a kuwaq yaku, una cittadina abitata, ricca di sculture antiche situate ai lati del villaggio. La narrativa è incentrata su un personaggio poco raccontato nella storia principale, ovvero Abigaile Ortiz, meglio conosciuta come Abby. La ragazza ha ricevuto una lettera dalla nonna scomparsa qualche anno fa, piuttosto complessa da decifrare. Nulla di complicato per la nostra Lara Croft; ecco infatti che le due ragazze si rincontrano una seconda volta e decidono di partire insieme per un viaggio, alla scoperta del passato della ragazza. Le ricerche condurranno le due esploratrici in un’enorme forgia, che rappresenta in assoluto il momento migliore del pacchetto. Questa nuova tomba è semplicemente meravigliosa, affrontata disattivando tutti gli aiuti, può impegnare per trenta minuti abbondanti. A livello scenico è una gioia per gli occhi, e conferma lo straordinario talento del team di sviluppo che già nel gioco base ha dimostrato di saperci fare.

Una grossa novità di questo add-on è l’introduzione della cooperativa, al momento disponibile solamente per questa nuova tomba. Nei prossimi mesi dovrebbe essere estesa anche alle altre. Si tratta di un’aggiunta piuttosto carina, che rende questo piccolo viaggio, più divertente, specie se affrontato con un amico. Il level design della tomba non varierà quando giocherete in coop, perché è già stato pensato per due giocatori. Infatti, la tomba, affrontata singolarmente, offre dei passaggi un po’ ostici e macchinosi, in ogni caso nulla di eccessivamente complicato. Avremmo gradito però, che il livello si modificasse in base al numero di giocatori, ma come detto rimane godibile.

Come abbiamo scritto nel sottotitolo, questa espansione “riconferma pregi e difetti dell’avventura principale”. Il racconto, infatti, è assai deludente, breve ed accompagnato da una sceneggiatura che definire di bassa qualità è un eufemismo. Non scherziamo, chi ha scritto questo DLC lo ha sicuramente fatto svogliatamente; la storia principale non faceva di certo gridare al miracolo, ma era comunque superiore a questo pacchetto. Persino alcune missioni secondarie dell’avventura base, risultano migliori e sono tutte incluse gratuitamente nel gioco. Da un contenuto a pagamento è più che normale desiderare di più. Messa da parte la deludente narrativa, il gioco è lo stesso di due mesi fa, ancora bello da vedere e piacevole da giocare, ma dovrà per sempre convivere con quel lato oscuro che gli ha impedito in fase di recensione di beccarsi un voto più alto.

Shadow of the Tomb Raider: The Forge screenshot

Modalità extra

Completano il pacchetto di The Forgedue modalità: “attacco a tempo” e “attacco a punti”. La prima vi chiede di affrontare la tomba velocemente; per avere qualche possibilità di riuscirci, dovrete conoscere a memoria ogni anfratto della forgia. A fine partita, il vostro punteggio verrà inserito all’interno di una classifica globale. La seconda modalità è anch’essa una corsa contro il tempo: l’intera mappa sarà completamente invasa da fuochi fatui di diversi colori; più ne raccoglierete, più sarà alto il vostro score. Importante sottolineare che, entrambe le modalità sono presenti in Rise of the Tomb Raider (lo scorso capitolo), quindi non si tratta di una reale novità.

All’interno del menù è stata aggiunta la voce “tombe”; da questa sezione avrete modo di rigiocare The Forge, nonché tutte le tombe opzionali del gioco base, anche se al momento è disponibile solamente la prima.

Commento

The Forge, inaugura il supporto post lancio di Shadow of the Tomb Raider, e lo fa con un DLC trascurabile. Il pacchetto è deludente a livello narrativo e dura poco; include però, una delle tombe migliori del gioco, che sarà sicuramente in grado di intrigare tutti i fan della produzione. Un numero così elevato di DLC, lascia presagire una diluizione dell’offerta: nei mesi successivi, verranno infatti lanciate altre sei espansioni, se dovessero dimostrarsi tutte allo stesso modo, forse Square-Enix sta ancora una volta sbagliando la strategia di distribuzione, inglobare due o tre pacchetti, sarebbe stato sicuramente meglio. Vi ricorderete sicuramente quanto successo con Final Fantasy XV. La sensazione che abbiamo avuto, è che a Tomb Raider spetti la stessa sorte.

Ritorneremo sull’argomento tra qualche mese, per un’analisi più completa, quando verranno rilasciati tutti i DLC, siccome risulterebbe superfluo analizzarli uno ad uno, dopo The Forge.

Avete giocato The Forge? Vi è piaciuto? Fatecelo sapere nei commenti.

Potrebbe interessarvi anche

Articoli Simili

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi