Usciva Oggi – MediEvil: Icona della prima PlayStation

Scritto il 09.10.2018
da Ismaele "Isma92" Mosca
MediEvil - Usciva Oggi

La nascita di un mito

Esattamente nella giornata di oggi, ma di vent’anni fa, arrivava sugli scaffali uno dei titoli divenuti nel corso degli anni una vera e propria icona del panorama videoludico. Sì, sto parlando di MediEvil, uscito per la prima PlayStation. Nato dalle menti di Chris Sorrell e Jason Wilson, sviluppato da SCE Cambridge Studio; team attualmente noto come Guerrilla Cambridge, sussidiaria di Guerrilla Games (gli autori di Killzone e del più recente Horizon Zero Dawn).

Correva l’anno 1998 quando MediEvil rapì il cuore di tutti coloro che ebbero la fortuna di giocare a questo particolare ed iconico titolo. Le avventure di Sir Daniel Fortesque hanno appassionato migliaia di videogiocatori, soprattutto grazie all’incredibile carisma del protagonista. Ma chi è Sir Daniel Fortesque? Un buffo soldato non-morto dalle sembianze scheletriche, privo di mandibola e di un occhio che riesce ad usare il suo braccio come arma in combattimento. L’aspetto peculiare del protagonista e questa particolare feature hanno fatto sì che Sir Daniel Fortesque rientrasse di prepotenza nell’immaginario collettivo. Dai un braccio di uno scheletro in mano a qualsiasi personaggio (come a Link in Breath of the Wild) e in automatico si associa istantaneamente il tutto a MediEvil, anche a coloro che non hanno mai giocato l’opera di SCE Cambridge Studio. Questo perché il character design di Daniel e tutte le situazioni buffe che lo ritraggono sono divenute un vero e proprio mito (ad esempio, in MediEvil 2 possiamo posare la testa di Daniel su una mano zombie).

Anche il titolo, MediEvil, gioco di parole tra medieval ed evil, in qualche modo è stato dannatamente accattivante. Efficace. Semplice da ricordare.

MediEvil

A Gothic Tale Straight from the Grave

Prendendo in esame il gioco in sé, non ci troviamo di certo dinanzi ad un capolavoro assoluto. Tuttavia, contestualizzandolo alla sua epoca di origine, MediEvil resta comunque un titolo molto divertente, nonché appagante nelle sue meccaniche e nell’offerta ludica complessiva. Divenuto un cult proprio grazie ai suoi elementi peculiari; come Arthur che perde l’armatura e resta in mutande in Ghosts ‘n Goblins e nella serie Ghouls ‘n Ghosts, per intenderci.

Il titolo è un action adventure con elementi da hack ‘n slash e sezioni platforming. L’obiettivo è sconfiggere il malvagio mago Zarok ed il suo esercito. Il mago aveva già sconfitto in passato il nostro eroe, quand’egli era ancora umano, cavandogli proprio un occhio con una freccia. Ritornato cent’anni dopo, più forte e spietato che mai, riporta in vita i morti e accidentalmente anche Sir Daniel Fortesque. Il nostro protagonista ha quindi una seconda chance per fermarlo e prendersi la sua rivincita.

MediEvil si suddivide in vari livelli via via sempre più difficili e complessi. Daniel deve inoltre trovare una spada e uno scudo e, mano a mano che si prosegue, è possibile scovare armamentari più potenti, pozioni e quant’altro, nonché soldi. Per completare un livello al 100% bisogna inoltre sconfiggere tutti i nemici e non si rivela certo una cosa così semplice. Sarà necessario mettere a soqquadro le intere aree di gioco per scovarli tutti.

Medievil Screenshot

Che fine ha fatto MediEvil?

Il successo del titolo portò il team alla realizzazione di un seguito, MediEvil 2, che, diciamocelo, non raggiungeva il livello qualitativo del suo predecessore. Tuttavia, si tratta pur sempre delle avventure di Sir Daniel Fortesque che, per l’occasione, viene chiamato nel sequel col diminutivo Dan. Anni dopo, arriva pure una versione remastered per PSP del primo capitolo: MediEvil Resurrection, pubblicato nel 2005. Da allora, la saga è scomparsa dalla luce dei riflettori. Nel 2007, il titolo originale è disponibile in download sul PlayStation Network (PS3 e PSP), ma non è poi mai arrivato un terzo episodio.

Da un po’ di tempo, però, si vocifera l’arrivo di una remastered o remake di MediEvil che potrebbe contenere entrambi i capitoli. Ciononostante, né all’E3 2018, né alla Gamescom 2018 si è saputo più nulla (non ho menzionato il Tokyo Game Show poiché si tratta di un evento incentrato più su IP di natura nipponica). Al momento, dunque, non sappiamo se come per il peramele, Crash Bandicoot, e Spyro anche Sir Daniel Fortesque possa ritornare in scena sul serio, dopo quasi quindici anni di puro silenzio.

Ciononostante, un remake, per quanto gradito, proprio come per Crash N. Sane Trilogy e Spyro: Reignited Trilogy, resterebbe comunque solamente un remake. Chiaro che faccia più che piacere anche il sol poter rigiocare il primo capitolo (ed eventualmente il secondo) sotto una nuova luce. Se poi possa essere da apripista per sondare il terreno in vista di un eventuale terzo episodio, sarebbe meraviglioso. Non è inoltre da escludere la sua presenza all’interno di PlayStation Classic.

E voi, cari lettori, quanto attendete il vociferato remake di MediEvil? Vi farebbe piacere un capitolo completamente inedito delle avventure di Sir Daniel Fortesque? Fatecelo sapere nei commenti. A noi non resta che celebrarlo con il suo ventesimo anniversario.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi