Blind Console – Presentato il progetto italiano per far videogiocare i non vedenti

Scritto il 08.10.2019
da Giovanni Arestia

Blind Console è un orgoglio tutto italiano dei torinesi di Novislad.

Il progresso tecnologico non accenna a fermarsi e nel campo dei videogiochi è più forte che mai. L’ultimo progetto, tutto italiano, riguarda Blind Console, nonché una console che permetterà ai non vedenti e ipovedenti di poter videogiocare.

Il progetto è stato realizzato dalla startup Novislad e consiste in un dispositivo che andrà collegato ad uno smartphone o tablet e nel frattempo un joystick traccerà i movimenti di braccia e mani del giocatore. Sarà, quindi, restituito un feedback tattile con vibrazioni che simuleranno il contatto con gli oggetti dell’ambiente. Per quanto riguarda l’ambiente di gioco e la sua struttura, ci penseranno i suoni stereoscopici a dare una mano d’aiuto fondamentale.

L’interessante progetto è sostenuto anche dall’Associazione pro retinopatici e ipovedenti (Apri) e dall’Unione italiana ciechi ipovedenti (Uici). La prima demo del progetto sfrutta il famoso Pong, ma nel frattempo è stato anche presentato Simon Says, ovvero un gioco di musica dove l’avversario emette una sequenza di suoni da diverse direzioni e il giocatore dovrà re-indirizzarla all’origine sfruttando il movimento del joystick.

Blind Console sarà venduto ad un prezzo di 250 euro e comprenderà sia l’hardware che un pacchetto di giochi. L’applicazione invece arriverà sia su App Store che su Google Play Store, ma al momento non si conosce la data di uscita.

Fonte: it.mashable.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi