Cyberpunk 2077 – Per CD Projekt “è stata una lezione importante”

Scritto il 26.04.2021
da Andrea Iannone
Cyberpunk 2077

La società polacca avrà davvero imparato dagli errori commessi?

Cyberpunk 2077 è stato sicuramente uno dei titoli più attesi nella generazione PlayStation 4 e Xbox One, nonché uno di quelli che più hanno fatto parlare di sé e che continueranno a farlo, non tanto per le qualità intrinseche del titolo, quanto per le problematiche di ottimizzazione sulle console old-gen al momento del lancio.

Inutile ricordarlo, l’ultima fatica di CD Projekt Red, ha portato non solo la software house a perdere il 29% del proprio valore in borsa, ma addirittura Sony a rimuovere il titolo stesso dal PlayStation Store e Microsoft ad offrire dei rimborsi.

Nonostante ciò, la compagnia polacca sembra aver capito gli errori commessi e si sta dando da fare per sistemare dove possibile Cyberpunk 2077 con varie patch, come il corposo Hotfix 1.2.

Nonostante il titolo abbia venduto oltre 13 milioni di unità nel 2020, sembra infatti che CDPR non dimenticherà tanto facilmente quanto accaduto con il lancio di Cyberpunk e che, anzi, gli sia servito da lezione.

Come riportato da IGN, in una recente riunione finanziaria i portavoce della compagnia hanno dichiarato che “Siamo riusciti ad introdurre una nuova IP nel mercato e nelle menti dei giocatori di tutto il mondo. Con il franchise di The Witcher, abbiamo ora due solidi pilastri su cui costruire il futuro di CD Projekt. Ovviamente, come sappiamo non tutto è andato come programmato. Quello che è successo è stato una lezione importante per noi, che non dimenticheremo mai“.

Inoltre, è stato aggiunto che la compagnia sta attraversando un periodo di cambiamenti interni, ribadendo infine che “abbiamo appreso molto da cià che è successo fino ad oggi“.

Cyberpunk 2077 è attualmente disponibile per PlayStation 4, Xbox One, PC e Google Stadia. Il titolo è giocabile anche su PlayStation 5 e Xbox Series X tramite retrocompatibilità. Gli aggiornamenti dedicati alle console next-gen sono al momento previsti per la seconda metà del 2021.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi