Days Gone – Secondo l’ex game director, per Sony “il punteggio di Metacritic è tutto”

Scritto il 19.04.2021
da Andrea Iannone
Days Gone

“Questa è la semplice realtà di Sony”

Days Gone, l’ultima fatica di Bend Studio, ha fatto parlare molto di sé ultimamente. Dopo un report che vuole il presunto seguito cestinato da Sony, i fan del titolo hanno iniziato una vera e propria crociata verso il colosso nipponico (nonostante, appunto, si tratti di un report).

Tra le ragioni riportate dal rumor ci sarebbero la tiepida accoglienza ricevuta dal titolo all’uscita, le recensioni non esattamente entusiaste e, in virtù di ciò, il punteggio su Metacritic che, secondo John Garvin, lead writer e creative director del titolo, sarebbe molto importante per Sony.

In una recente intervista con David Jaffe, creatore di God of War e Twisted Metal, visionabile qui sotto, Garvin ha infatti dichiarato che per la società giapponese “il punteggio di Metacritic è tutto“, suggerendo che il basso punteggio di Days Gone sia stato il responsabile sia della cancellazione del seguito che del suo allontanamento da Bend Studio.

Questa è la semplice realtà di Sony“, ha dichiarato. “Il punteggio di Metacritic è tutto. Se si è il creative director di un franchise e il proprio gioco se ne esce con un punteggio intorno ai 70, non si resta creative director di quel franchise molto a lungo“.

Days Gone è al momento disponibile su PlayStation 4 e giocabile su PlayStation 5 in retrocompatibilità. Vi ricordiamo che il titolo è in uscita su PC il 18 maggio e che è tra i giochi di aprile inclusi nell’abbonamento PS Plus.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi