Forza Motorsport – Ban ai simboli controversi nei giochi della serie

Scritto il 29.06.2020
da Alessandro Bozzi
Forza Motorsport - Ban ai simboli controversi nei giochi della serie

Tolleranza zero verso ogni sorta di intolleranza: i simboli a favore del razzismo verranno aboliti da Forza

Abbiamo già avuto modo di riportare l’adesione dell’industria videoludica al movimento #BlackLivesMatter. Non capita però tutti i giorni di vedere il pugno di ferro nei confronti del razzismo all’interno di un gioco. A schierarsi nei confronti del buon senso, stavolta, sarà Turn 10, il team di sviluppo dietro la serie Forza, con una inusuale presa di posizione.

Verranno infatti banditi dal gioco tutti i simboli associati alla “nota iconografia” che favorisce il razzismo in tutte le sue forme. Queste linee guida più severe includono bandiere, simboli e acronimi che rischiano di generare controversie, o che in generale rischiano di minare il quieto vivere nell’ambiente online. Vediamo di che si tratta.

Una Forza più grande dell’odio

I contenuti caricati dagli utenti di Forza che saranno banditi sono molteplici, e poco sorprendentemente figurano i simboli visti durante la seconda guerra mondiale. Tra essi, oltre al Sol Levante dell’impero nipponico, abbiamo il sole nero neonazista, la svastica e la croce di ferro “accompagnata da dettagli contestuali”. Spicca, però, anche un simbolo da noi meno noto.

Trattasi della bandiera degli Stati Confederati d’America (in alto), da sempre simbolo dell’estrema destra sul suolo nordamericano. Per i meno informati, durante la guerra civile americana la fazione che sfoggiava questo vessillo – la Confederazione – mirava a rendere la schiavitù un’istituzione. La bandiera ha comprensibilmente ricevuto critiche durante il movimento #BlackLivesMatter.

Super partes

Nonostante questa forte presa di posizione da parte di Turn 10, la politica di tolleranza zero di Forza non andrà a senso unico. Saranno infatti banditi, oltre alle prevedibili volgarità, anche acronimi che incitano all’odio verso la polizia. In altre parole, dunque, presto giocare online con le scritte “FTP” ed “ACAB” non sarà più possibile.

Nel post sul suo blog, Turn 10 ha definito la promozione di “un’esperienza sicura, inclusiva e godibile per tutti i membri della community di Forza” la propria missione. Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra con un commento qui sotto.

Articoli Simili

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi