Gamerome – Dettagli sulla nuova edizione di questo mese

Scritto il 06.11.2018
da Ismaele "Isma92" Mosca
Gamerome - Dettagli sulla nuova edizione di questo mese

Al via la terza edizione di Gamerome, manifestazione dedicata a sviluppatori e studenti del mondo dei videogiochi

Nelle giornate dal 21 al 23 novembre si terrà la terza edizione di Gamerome, con ospiti d’eccezione, iniziative e tante novità. Tutti i dettagli nel comunicato stampa ufficiale che trovate di seguito.

Gamerome – Rome Developers Conference (sito ufficiale), evento internazionale per gli sviluppatori organizzato da Fondazione VIGAMUS, giunge quest’anno alla terza edizione con un programma ricco di iniziative, talk, workshop e incontri dedicati alle esigenze di tutti i professionisti del settore, sviluppatori di piccola e media dimensione, investitori, responsabili decisionali e studenti.

Saranno presenti grandi publisher provenienti da tutta Europa, che valuteranno i titoli dei team indipendenti per la possibile pubblicazione (tra i più importanti, Nintendo of Europe e Bandai Namco Entertainment Europe) e titoli indipendenti che, a loro volta, potranno presentarsi al pubblico, gareggiare per i Gamerome Showcase Awards e partecipare a contest europei di prestigio quali IndiePrize, con partecipazione del vincitore a Casual Connect Europe 2019, e Nordic Game Discovery Contest, con partecipazione del team vincitore come finalista alla Nordic Game Conference 2019.

Ad aprire Gamerome il 21 novembre dalle 9.30 alle 14.30, presso Link Campus University, il seminario formativo ad accesso libero “Gaming e gamification” ideato in collaborazione con il Goethe-Institut e l’organizzazione no-profit Alternative Europee.

A seguire, dalle 15.30 alle 17.30, la tavola rotonda “Fueling Game Industry with Culture”, con Marco Accordi Rickards, Direttore Generale di Fondazione VIGAMUS, Carlo Maria Medaglia, Pro Rettore alla Ricerca di Link Campus University, Andreas Lange, Presidente di EFGAMP (European Federation of Game Archives, Museums and Preservation Projects), Hiromi Ishikawa, Direttore di VANTAN Inc. (Tokyo), Frank Sliwka, CEO di International Business Media e COO di ESL Asia, Micaela Romanini, Direttrice di Gamerome, Vice Direttrice di Fondazione VIGAMUS e Fondatrice di Women in Games Italia.

Inoltre, il 21 novembre pomeriggio, a partire dalle 15.00, si terrà anche il Playtest del progetto Labourgames presso la Link Campus University. Il progetto LABOURGAMES è un progetto finanziato dal programma europeo Creative Europe ed è orientato all’innovazione e al collegamento fra il mondo del lavoro e il mondo del gioco. Attraverso l’uso intelligente dei principi del gioco, l’obiettivo è quello di facilitare gli effetti dell’apprendimento, il processo decisionale e la motivazione nel mondo del lavoro.

In tre paesi europei – Grecia, Paesi Bassi e Germania – diverse squadre hanno sviluppato sette giochi, sia digitali, sia da tavolo che di carte. Tutti questi giochi hanno a che fare con aspetti del mondo del lavoro. In un PLAYTEST al Gamerome sono proposti questi giochi con professionisti e visitatori per migliorare il design e la meccanica di gioco.

Gamerome - David Cage

Giovedì 22 si inaugura con il keynote di David Cage che tratterà il tema della narrazione interattiva in riferimento alla sua ultima opera, Detroit: Becoming Human. Cage è tra i più importanti autori di videogiochi al mondo, grazie anche al suo talento poliedrico. Già musicista e sceneggiatore, i suoi videogiochi sono capolavori di scrittura, musica e cinema.

Venerdì 23 è la volta del mentoring speciale dei team indipendenti con Tomonobu Itagaki, talentuoso creatore di videogiochi giapponese reso celebre dalle serie Ninja Gaiden e Dead or Alive.

Gamerome è un’occasione di confronto e di analisi sul settore digital entertainment ma, soprattutto, un’opportunità importante e globale di visibilità per giovani talenti; mentre il mercato europeo dei videogiochi raggiunge 1,8 miliardi di dollari nel 2017, investire nel capitale umano è fondamentale”, dichiara Marco Accordi Rickards, Direttore Generale di Fondazione VIGAMUS. “Secondo la società di analisi Newzoo, l’Italia riflette la situazione molto positiva del segmento europeo, mediorientale e africano che arriverà a generare 28,7 milioni di dollari nel 2018, con una crescita del +8.8% l’anno. Considerando che oltre 1.000 persone sono impiegate attualmente nell’industria italiana dei videogiochi, con una media di età di 33 anni (fonte: AESVI), riteniamo cruciale realizzare eventi locali ma di portata internazionale che offrano agli addetti ai lavori e ai giovani studenti che vogliono investire il proprio futuro nel settore l’occasione di aggiornarsi e stabilire rapporti professionali, con possibilità di business e nuovi progetti”, conclude Marco Accordi Rickards.

Maggiori dettagli sul sito ufficiale.

Gamerome - Itagaki

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi