Netflix parla di competere con Fortnite

Scritto il 18.01.2019
da Matteo Battista
netflix-vs-fortnite-logo_llama_tv_2.0

Netflix o Fortnite? Fate le vostre scelte

Avendo aumentato il numero di abbonati e le entrate complessive nell’ultimo trimestre, il colosso dello streaming targato Netflix sta andando piuttosto bene negli ultimi tempi.
Ma ora la società dice che avrebbero potuto intascare risultati migliori se non fosse stato per un “piccolo” tormentone videoludico chiamato Fortnite.

Infatti, nella sezione “Competizione” di una recente lettera agli investitori, Netflix ha detto sinteticamente: “Competiamo con (e perdiamo a) Fortnite più di HBO” in relazione al tempo medio di visualizzazione.

L’ormai noto analista Michael Pachter, di Wedbush Securities, ritiene che la misurazione della popolarità di Netflix, contro Netflix, sia stata “assolutamente idiota”;
il tempo è una merce finita, e Michael Pachter sottolinea che il colosso dello streaming compete anche contro scuola, lavoro (e “defecazione”).

Ma non tutti sono d’accordo con il punto di vista condiviso da Michael Pachter.
L’ex Head Strategy di Amazon Studios, Matthew Ball, sostiene che l’enorme popolarità di Fortnite sta sicuramente influenzando Netflix;
non a caso, ha risposto di come avrebbe probabilmente finito la nuova stagione di Narcos se non fosse stato per il tempo trascorso giocando a Fortnite.

Guardando la propria vita allo specchio, probabilmente ci si potrebbe ricordare di determinati momenti in cui la propria ultima ossessione -sia essa un videogioco o qualsiasi altra cosa- ha influito sul tempo trascorso rispetto ad un’altra attività.
È impossibile confermare in modo specifico come Fortnite stia influenzando il tempo di visualizzazione medio su Netflix, ma pochi videogiochi sono stati così costantemente popolari come la gallina dalle uova d’oro di Epic Games, pertanto qualche effetto c’è sicuramente stato.

Da parte sua, Netflix ha riconosciuto che ci sono “migliaia di concorrenti” sul mercato i quali naturalmente cercano di intrattenere i consumatori, e Fortnite è solo uno di loro.
Il colosso dello streaming ha affermato di non essere focalizzato sulla mera “risposta ai concorrenti”, ma piuttosto sul miglioramento dell’esperienza e sul valore dell’offerta (dove quest’ultima, sulla carta, potrebbe far iscrivere più persone).
Netflix ha 139 milioni di abbonati, stando all’ultimo conteggio, e l’azienda continua ad investire denaro in nuovi spettacoli originali per cercare di separarsi dall’assalto di nuovi concorrenti nel ring dello streaming-video.

FONTE: GameSpot
COVER: Polygon

Articoli Simili

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi