Nintendo – Il nostro obiettivo è qualità rispetto alla quantità

Scritto il 11.02.2019
da Fabio Corsini
nintendo switch direct

Un ottimo proposito

Nonostante la base installata di 32,27 milioni di Nintendo Switch, la leadership dell’azienda è riluttante a mettere a rischio la qualità dei suoi rilasci first party solo per avere più titoli sul mercato. L’argomento di aumentare la spesa in ricerca e sviluppo con l’obiettivo di rafforzare il numero di versioni di Switch first-party nei prossimi anni è stato sollevato durante una recente domanda e risposta degli investitori , con l’obiettivo di fornire ai proprietari di Switch esistenti un flusso costante di nuovi giochi.

In risposta, Shigeru Miyamoto di Nintendo sottolinea che le partnership con i third party della società significano che “stiamo lavorando su una scala più ampia di quella che può essere gestita esclusivamente all’interno dell’azienda in termini di gestione dello sviluppo del software.” Ma nonostante ciò, dice che qualsiasi espansione della scala di sviluppo di Nintendo deve “mantenere saldamente la qualità del software creata da Nintendo”.

“So che alcune persone dicono che dobbiamo assumere altri sviluppatori”, afferma Miyamoto. “Non ci concentriamo solo sull’incremento dello staff di sviluppo, ma ci stiamo concentrando sul coltivare adeguatamente più sviluppatori all’interno di Nintendo. Voglio che investiamo attivamente nei prodotti che sviluppiamo, al fine di mantenere la qualità che desideriamo “.

Reggie nintendo

L’attuale ritmo di sviluppo di Nintendo, in particolare per quanto riguarda il modo in cui è cambiato nel corso della vita dell’azienda, è stato citato anche in precedenza nel Q & A dal direttore di Nintendo e dal senior executive officer Shinya Takahashi.

“Rispetto all’era NES, ci sono molti più sviluppatori,  team di sviluppo più grandi”, afferma Takahashi. “Anche così, lo sviluppo è gestito in modo più sistematico di prima. Quindi, anche se è vero che il volume del software è in aumento, ci sono più persone coinvolte nello sviluppo, ci sono più processi di sviluppo in atto per riunire tutto, e la scala di sviluppo è cresciuta, credo. ”

“Un aspetto interessante del business dei videogiochi è che puoi creare qualcosa a cui molti consumatori reagiranno in modo molto positivo se aggiungerai un piccolo valore in più, anche se non dipende dalle prestazioni dell’hardware”, aggiunge Miyamoto in risposta a quella stesso domanda. “Ci sono giochi indie che si diffondono ampiamente tra i consumatori anche se quei titoli non sono titoli su larga scala sviluppati da molte persone. Apprezziamo sempre questo punto e vogliamo “coltivare” le persone che possono creare “componenti fondamentali” come questo.

Cosa pensate delle parole di Shigeru? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi