Xbox Game Pass sarà su “Ogni Dispositivo”, afferma Phil Spencer

Scritto il 06.12.2018
da Matteo Battista
xbox-game-pass-pc

Microsoft ha lungimiranti progetti per il suo apprezzatissimo servizio di abbonamento targato Xbox Game Pass

Ad un recente evento, il boss di Xbox, Phil Spencer, ha parlato di come Microsoft non voglia solo portare Xbox Game Pass su PC (intenzione previamente annunciata dal CEO del Colosso Di Redmond, Satya Nadella), ma anche su “ogni dispositivo”.
Parlando ad una conferenza tenutasi a Barclays, a San Francisco, Phil Spencer ha parlato di come Xbox Game Pass – quando alla fine sbarcherà su altre piattaforme, come quelle mobile, attraverso lo streaming – aiuterà Xbox a raggiungere “miliardi” di videogiocatori in tutto il mondo invece che “milioni”.

“Quando pensi di raggiungere un cliente con questi contenuti dove il loro unico dispositivo di calcolo potrebbe essere un telefono Android, pensi a ‘Quali sono i modi in cui oggi la persona paga per i contenuti ?’
Quindi dobbiamo assicurarci di essere di classe mondiale in contenuti free-to-play, ma consideriamo anche la sottoscrizione come un modo molto più basso per un cliente di costruire una libreria di contenuti”, ha dichiarato Phil Spencer.
“Così abbiamo creato Xbox Game Pass – è iniziato su console, arriverà su PC e alla fine arriverà su tutti i dispositivi – e continueremo a far crescere il servizio.
Se qualcuno si sta domandando dove sta andando il nostro business, dovrebbe considerarlo come un modello che pensa ad una scala di miliardi di persone, non centinaia di milioni come la vendita al dettaglio.”

Pertanto, Xbox Game Pass potrebbe arrivare su dispositivi mobili attraverso il nuovo gaming-service via streaming di Microsoft: Project xCloud.
La società sta già testando questo servizio e Phil Spencer ha detto che stava già provando il servizio durante i suoi recenti viaggi; in questo momento, il servizio streamma da un centro dati situato a Washington, anche se alla fine si svilupperanno in altri luoghi spalmati in tutto il mondo.
Successivamente, sempre Phil Spencer, ha sottolineato come Microsoft sia avvantaggiata nell’impiego di tecnologie streaming dal momento in cui dispone già di data center Azure dispiegati in tutto il mondo (il che, in teoria, contribuirebbe a ridurre i temuti problemi di latenza).

A seguire, durante la sessione di domande e risposte, Phil Spencer ha anche parlato di come le recenti acquisizioni da parte di Microsoft (il totale ammonta a sette nuovi studi acquisiti negli ultimi sei mesi) getta le fondamenta per la creazione di una rete di produzioni più ampia per supportare, a sua volta, gli sforzi investiti per Xbox Game Pass e il più ampio catalogo Xbox generale.
Mentre il servizio è paragonato concettualmente al colosso Netflix, i giochi vengono scaricati e non riprodotti via streaming (come avveniva, ad esempio, con PlayStation Now);
tuttavia, Phil Spencer ha suggerito che Xbox Game Pass possa eventualmente includere il supporto per lo riproduzione via streaming tramite il summenzionato xCloud e questa è una prospettiva sicuramente promettente da considerare.

Il servizio conta già “milioni” di abbonati, pertanto è sicuramente  partito bene.
In conclusione, Phil Spencer ha condivisibilmente sostenuto che un altro vantaggio rappresentato da Xbox Game Pass è fornito dal fatto che introduce quei videogiocatori in generi i quali non avrebbero mai voluto interamente pagare per toccare con mano e/o avvicinarsi.
Gli sviluppatori, sempre sulla carta, potranno trarre vantaggio nell’inserire le loro produzioni su Xbox Game Pass, poiché potrebbe aiutarli ad incrementare l’entrata di nuovi potenziali utenti, persino dopo anni di rilascio (in un modo simile a come si potrebbe vedere una vecchia pellicola/serie su Netflix: conoscerla, apprezzarla e scoprire di più).

FONTE: GameSpot

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi