Darksiders III – Recensione

Eccoci arrivati al terzo appuntamento con i Cavalieri dell'Apocalisse. Ne sarà valsa la pena?

Scritto il 06.12.2018
da Gennaro Schiavelli
Darksiders III - Recensione dell'arrivo di Furia

Le radici

Darksiders è una serie che affonda le proprie radici nell’ormai lontano 2010. Uscita su piattaforme di generazione passata e in seguito su PC, Wii U, PlayStation 4 e Xbox One con le dovute migliorie del caso, si è finalmente giunti al terzo capitolo di una serie concepita come una quadrilogia volta a narrare le gesta dei quattro Cavalieri dell’Apocalisse. Negli anni, la saga ha saputo ritagliarsi una grande schiera di fan grazie ai due ottimi ( seppur differenti ), capitoli precedenti.

In principio Guerra, e in seguito Morte, hanno dato vita ad un immaginario bellissimo, grazie anche alla collaborazione con il famoso fumettista americano Joe Madureira. Tuttavia, nonostante le ottime recensioni, le vendite piuttosto deludenti hanno spinto THQ a dover chiudere lo studio Vigil Games. Darksiders III ha rischiato dunque di non farcela, ma grazie ai ragazzi di Gunfire Games ( in parte ex dipendenti Vigil ), sei anni dopo è divenuto realtà.

Darksiders III - ecco Furia

Sentirsi una Furia…

Furia è l’unico membro femminile dei Cavalieri e viene convocata dall’Arso Consiglio con l’intento di informarla su come suo fratello Guerra abbia causato prematuramente l’Apocalisse. Cercando di capire il motivo di tale gesto, le viene assegnata una missione della massima importanza: fermare i Sette Peccati Capitali che vagano sulla Terra. La trama si svilupperà in parallelo alle avventure precedenti andando a far luce sui punti rimasti irrisolti e venendo guidati da una Sentinellapronta a monitorare il nostro cammino per conto dell’Arso Consiglio.

Darksiders 3 - Recensione

… ma a conti fatti, una maga

Se nel primo ci trovavamo di fronte ad un titolo hack’n slash piuttosto classico e nel secondo a qualcosa di più vicino ai titoli dedicati a Zelda, lo dovevamo soprattutto alle caratteristiche di ognuno dei cavalieri. Guerra era dotato di maggior forza e possedeva le stimmate di un guerriero, mentre Morte risultava essere più rapido e silenzioso, peculiarità, queste, di un perfetto assassino. Furia, di contro, è considerata la maga, e al terzo appuntamento con la saga si è deciso di optare per un titolo dalla struttura più vicina ad un metroidvania.

Gunfire Games ha difatti tratto ispirazione dai titoli From Software presentandoci un mondo concepito come un unico grande dungeon composto da zone interconnesse tra loro. Grazie alle abilità e alle armi che sbloccheremo nel corso dell’avventura e che ci permetteranno di interagire con l’ambiente, l’esplorazione avrà comunque un ruolo fondamentale. Il ritmo è più serrato e i rompicapo risulteranno molto più semplici che in passato, certo, ma sempre e comunque funzionali e mai fuori contesto. Dai poteri sarà inoltre possibile ottenere nuove armi con cui fronteggiare i nemici, arricchendo così un gameplay fatto di schivate e contrattacchi, con trasformazioni elementali. È possibile infine mutare in Forma Caotica o lanciare attacchi in preda alla collera una volta che avremo completamente riempito le apposite barre.

Darksiders III - Combat System

Nelle difficoltà un mercante ha la soluzione

Darksiders III risulta essere un titolo piuttosto difficile che presenta creature nemiche, anche infime, dotate di diversi pattern d’attacco e di difesa. Fondamentale sarà studiarne i movimenti per poter concludere al meglio i colpi che gli andremo ad infliggere, evitando di gettarsi nella mischia a capofitto per poi perire miseramente. Avendo la meglio sui mal capitati, questi rilasceranno le proprie anime che, una volta raccolte, serviranno ad acquistare oggetti o a potenziare la Salute, la Forza e l’Arcano messi a disposizione della protagonista. Ad ogni morte, però, le anime fin lì acquisite andranno perse e solo ritornando sul posto della disfatta saremo in grado di recuperarle. 

Vulgrim avrà il compito di potenziarci e venderci gli oggetti utili alla nostra avventura fungendo anche da checkpoint e permettendoci inoltre di viaggiare rapidamente in zone già visitate grazie alla voce: “Varchi Serpentini”. L’ottimo level design unito all’uso intelligente dei punti di controllo ci consegna un titolo solido e divertente da giocare, che non cede il passo alla frustrazione. Grazie ad una bussola posta nella parte superiore dello schermo, sarà possibile affrontare i Boss in ordine differente, eccezion fatta per il primo e l’ultimo. Non essendoci una vera e propria mappa da consultare, questa vi tornerà utile in più circostanze segnalandovi, di fatto, il nemico più vicino alla vostra posizione attuale.

Darksiders III - Recensione

Un’avventura lunga un sogno

Abbiamo finito Darksiders III in circa trenta ore su Xbox One X portando a termine qualche missione secondaria, o poco più, a difficoltà Normale. Il titolo risulta divertente, a tratti ostico, ma mai stressante e capace di regalare qualche colpo di scena, mentre Furia si rivela essere una protagonista dotata di un grande carisma. Sono presenti alcuni passaggi a vuoto nella trama, un paio di Boss Battle non particolarmente ispirate e qualche scelta di game design poco felice, ma nulla che vada ad intaccare lo sviluppo dell’avventura generale.

Il titolo riesce ad incarnare alla perfezione lo spirito dei precedenti, portando su schermo ambientazioni varie, evocative, colorate, belle da vedere ed esplorare, nonché personaggi ben caratterizzati e in linea con lo stile di Madureira. L’accompagnamento musicale, infine, ricalca sempre i momenti di gioco senza risultare invadente mentre il doppiaggio italiano si attesta su buoni livelli.

Darksiders III - Recensione

Un budget ridotto

Le risorse messe a disposizione del gioco sono state di molto inferiori rispetto ai titoli passati, lo sapevamo. Senza l’illustratore principe e uno staff più piccolo ad occuparsi del progetto c’è stato un ridimensionamento generale.  Lo scotto, perciò, Darksiders III, lo paga sul fronte tecnico ( anche su console premium ) dove stuttering, frame rate ballerino, caricamenti improvvisi e glitch vari, cozzano parecchio con la fluidità restituita dal gameplay.

Anche i precedenti capitoli all’epoca della loro release erano afflitti dai medesimi problemi su console (poi scomparsi nelle loro versioni remastered ). Vogliamo quindi augurarci che Gunfire Games prenda atto di queste problematiche e migliori il più possibile il proprio prodotto attraverso il rilascio di apposite patch. Ne varrebbe sicuramente la pena.

Valutazione di TopGamer
Considerando la natura del progetto, il rischio cancellazione, il tempo e le risorse a disposizione del team, è un miracolo che Darksiders III abbia finalmente visto la luce. Nonostante i difetti di natura tecnica e qualche scelta di game design non proprio felice, il titolo riesce ad incarnare perfettamente lo spirito della serie regalandoci un'avventura di tutto rispetto. Il mondo interconnesso, la difficoltà e l'approccio ai combattimenti, portano la serie ad esplorare nuove strade che ben si sposano con la nuova protagonista. Se siete amanti della serie, non resterete delusi.
PRO
  • Ottimo level design
  • Buon livello di sfida
  • Longevità su buoni livelli
CONTRO
  • Stuttering, freeze, glitch e altri problemi di natura tecnica
  • Enigmi più semplici che in passato
  • Qualche passaggio a vuoto nella trama
  • Un paio di Boss Battle sottotono
8/10
VOTAZIONE
Valutazione lettori
5,00/5
1 voti
Vota tu
1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 5
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi