Deep Sky Derelicts – Recensione

Pronti ad affrontare il destino sui derelitti sparsi nello spazio?

Scritto il 20.03.2019
da Simone S. Marcocchi
Deep Sky Derelicts - Recensione

Il cyberpunk secondo Snowhound Games

Se siete amanti dell’arte visionaria di Hans Giger (ideatore dello stile alla base dei prototipi “visual” di Alien) e del fumettista Enki Bilal e per puro caso avete attraversato quel periodo a cavallo tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’80, ovvero il momento in cui la fantascienza era ancora saldamente ancorata a quel senso di disagio e pesantezza, allora avete iniziato a leggere la recensione di un gioco che potrebbe interessarvi.
Il futuro visto con gli occhi della serie a fumetti di Sergio Bonelli, quel Nathan Never (dei primi anni almeno), immerso nel cyberpunk al carboncino in cui tutto è lamiera, pioggia persistente ed ambienti inquinati e marcescibili, ritrova la propria culla nell’opera visionaria delle creature cinematografiche del regista Ridley Scott, in pellicole come il già citato Alien, ma ancora di più in Blade Runner.

Deep Sky Derelicts - screenshot

Cosa Fareste per avere la cittadinanza?

Nonostante l’apertura, non pensate di trovarvi nel cuore di un concorrente del prossimo Cyberpunk 2077, ma era giusto dar valore allo spunto creativo di Snowhound Games. I disegni e le atmosfere di Deep Sky Derelicts sono appunto quelle del tratto artistico di cui vi ho parlato, ma il gameplay è una chiara traslazione del concept di Darkest Dungeon e vi basterà muovere i primi passi per trasformare una percezione in una certezza.

Il nostro scopo? Diventare un “cittadino”, accreditamento fondamentale per vivere in modo agiato e senza pensieri, mentre tutti gli altri, coloro che ruotano intorno a questa vita d’élite, è costretta a giungere a molti compromessi, il nostro è quello di cercare tra i rifiuti delle navi abbandonate nello spazio. La quest principale di Deep Sky Derelicts pone l’accento sulla ricerca della “mitica mothership”, una specie di Eldorado di tesori che il nostro responsabile vuole ad ogni costo, nonostante sembri essere una leggenda e per mettere insieme i pezzi del puzzle che porteranno al ritrovamento (o meno?) di quest’ultima, dovremo assecondare le richieste – tramite contratto – di chi ha varie piccole necessità, che ci pagheranno in crediti. I tre coraggiosi membri della nostra squadra (potremo scegliere tra varie classi liberamente), avranno il compito di perlustrare le varie aree scelte da una mappa che determina anche il livello di difficoltà. Dopo esserci muniti di equipaggiamento e risorse utili nel negozio apposito, arriva il momento in cui si deve prendere l’astronave e iniziare a vagare tra i relitti.

Deep Sky Derelicts - combattimento

Enter the Arena!

Una volta giunti a destinazione, il nostro scopo è controllare la mappa, avviando svariate scansioni delle zone per individuare tracce di oggetti o di nemici. Un’apposita legenda ci permette di comprendere al meglio gli indizi, frutto del risultato dello scanner, che non sempre è chiaro nel delineare il risultato in modo netto e questo spinge il giocatore a scegliere se vuole rischiare qualcosa in più. Quest’azione consuma energia e starà a noi scegliere quanto vorremo investire in quest’operazione per acquisire informazioni sul territorio, ma potremo comunque ricaricarla tramite alcune celle acquistabili dal vendor. Una volta che avremo scovato le zone utili alla nostra “caccia”, inizieremo a far muovere la squadra. La difficoltà di Deep Sky Derelicts non è sicuramente abbordabile, ma con in giusti accorgimenti non sarà nemmeno così difficile far crescere i nostri elementi fidati di più livelli, così da massimizzare le loro competenze – consiglio personale: tenete sempre nella squadra un “leader” –, e spingere ad avanzare nella ricerca con nemici in zone sempre più irte di pericoli. I combattimenti si svolgono tramite il semplice uso di carte, quindi la strategia consiste nella scelta di meccanismi di difesa a cui alternare il giusto tempismo per l’attacco.

La pratica può sembrare semplice, ma un singolo errore può rappresentare la sconfitta dell’intera squadra, a causa di un effetto domino che porta a drastiche conseguenze sul party. L’idea è quindi tanto semplice da applicare – l’italiano non è tra le lingue contemplate ma, a differenza di Darkest Dungeon nei primi momenti, non se ne sente così tanto la carenza –, ma decisamente ostica da padroneggiare nella pratica. La morte rappresenta quindi uno step fondamentale per l’apprendimento, come tutti i giochi che condividono la stesso sistema di combattimento, ma la curva di Deep Sky Derelicts è forse più dolce rispetto all’opera di Red Hook Studios, considerando che si può ricaricare un salvataggio precedente e, anche se la mancanza di un tutorial è una grave lacuna, non è nulla che qualche video su YouTube (oltre alla pratica) non possa colmare.

 

Valutazione di TopGamer
Se anche voi amate il senso masochistico di combattimento teso fino allo spasimo, non temete la frustrazione di una sonora sconfitta ed amate le atmosfere decadenti di quella fantascienza anni '80, questo è un gioco che dovreste provare a tutti i costi. Figlio di Darkest Dungeon, nelle sue fondamenta, è comunque in grado di ergersi sulle proprie gambe per l'offerta contenutistica e per le scelte intraprese dagli sviluppatori. Nonostante sia ancora un prodotto acerbo, anche se uscito da un po' dall'Early Access, è ovvio che avrà la necessità di venir bilanciato ancora per parecchio tempo, prima di vedere la pace dei sensi, ma la sperimentazione è parte del divertimento, quindi scegliete il vostro party, salite a bordo del vostro mezzo e preparatevi ad affrontare il destino sui derelitti sparsi nello spazio.
PRO
  • Per chi non si accontenta solo di Darkest Dungeon
  • Atmosfere ed eroi originali e ben congeniati
  • Crea dipendenza!
CONTRO
  • Un po' troppo ripetitivo
  • Manca un tutorial
  • Non è presente la lingua italiana (ma verrà sicuramente tradotto amatorialmente)
8/10
VOTAZIONE
Valutazione lettori
5,00/5
1 voti
Vota tu
1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 5
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi