Jurassic World Pinball™ – recensione del nuovo set di Pinball FX3

Qualche mese fa vi ho parlato della terza creatura nata dal talentuoso team di Zen Studios, che ha trovato nei flipper la propria fortuna, realizzando tavole di grandissima qualità ed originalità, mantenendo da una parte uno studio certosino per la fisica, dall’altra una certa attenzione per l’aspetto grafico, con diorami che presentano dei set folli […]

Scritto il 26.02.2018
da Simone S. Marcocchi

Qualche mese fa vi ho parlato della terza creatura nata dal talentuoso team di Zen Studios, che ha trovato nei flipper la propria fortuna, realizzando tavole di grandissima qualità ed originalità, mantenendo da una parte uno studio certosino per la fisica, dall’altra una certa attenzione per l’aspetto grafico, con diorami che presentano dei set folli ed irrealizzabile nella realtà, ma che grazie al “processo digitale” è possibile unire verosimiglianza e fantasia.

I settanta tavoli di Pinball FX3 hanno visto proprio la Universal Pictures come nuovo “cliente”, ma anche come esordio per la terza avventura della serie, che ha inserito varie novità nel motore grafico e nel modo di gestire la parte utente tramite classifiche e mini-sfide e ne avevamo parlato su queste pagine il settembre scorso – a proposito, andate a recuperare il mio articolo qui – e questa volta restiamo ancora in casa Universal per parlare del kolossal che mi aveva fatto impazzire da bambino, quel 1993 che ha rivoluzionato il mondo del cinema, l’avvento di Jurassic Park.

In questi venticinque anni è passata parecchia acqua sotto i ponti, e vari seguiti della pellicola tratta dal primo romanzo di Crichton, eppure (e su questo indico un elemento assolutamente personale) in nessun caso si è riusciti a replicare la bellezza di un mondo tanto affascinante, quanto iconico, con personaggi reali quanto i pericoli assurdi e credibili di un mondo che riporta alla luce un passato di esseri viventi che hanno calpestato la Terra milioni di anni fa.

image

In questo frangente ci occupiamo di nuovi tavoli, una trilogia di episodi che porta il numero di ambientazioni a 73, e di cui mi sono occupato nell’occasione che troverete appena sopra, una settimana fa, registrando una prima esperienza diretta. Nei fatti il nome della raccolta è Jurassic World e serve anche in termini promozionali a far rivivere il film più recente della serie, ovvero quello del 2015, che prestissimo, entro la prima metà del 2018, vedrà l’uscita del seguito, che a sua volta sembra essere un po’ il remake di Lost World – in Italia conosciuto come Il Mondo Perduto, seguito appunto di Jurassic Park e dell’omonimo romanzo -.

Non è solo una questione di “nome” però, per quanto le pellicole siano effettivamente quattro, solamente tre sono stata riprodotte “fedelmente”, escludendo quindi il terzo capitolo, abbastanza aberrante, in effetti, che non è escluso possa magari arrivare in futuro, insieme ad un tavolo dedicato a Jurassic World 2 e magari ad un set specifico di una zona di uno dei film, elaborata per occupare l’intero spazio del flipper, come avvenuto per le varie campagne di Star Wars o di brand della Marvel.

Nel complesso c’è poco altro da aggiungere, se non che la filosofia resti ancorata ad una difficoltà crescente, in base alla tavola. Jurassic World è forse il set più complesso e parco nella distribuzione dei punti, mentre le altre due sono puro fan-service, come si dice in gergo, ricordandoci i momenti memorabili dei lungometraggi non solo sotto il profilo visivo, ma anche degli effetti sonori e delle musiche.

In questo caso è difficile poter attribuire un voto ad una produzione di questo tipo, non avrebbe troppo senso. Spendere 10 euro per portarsi a casa le tre ambientazioni può avere una logica? La mia risposta è sì e lo dico in modo marcato. Come sempre c’è una grande attenzione ai dettagli e agli elementi che stimolano un grandisismo divertimento, più di tre euro a tavola è un prezzo abbordabilissimo, tenendo conto che se non volete “scucire” subito il denaro potrete sempre aspettare le promozioni stagionali, in cui il prezzo si abbassa dal 30% al 50%, ponendo l’acquisto con l’etichetta must have.

Voi li avete già iniziati? Amate la serie Pinball FX? Parliamone nei commenti e vi ricordo che in questo caso si parla anche di cinema e abbiamo una rubrica dedicata qui.

Valutazione lettori
5,00/5
1 voti
Vota tu
1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 5
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi