Kandgawa Jet Girls – Recensione

Le prosperose protagoniste di Kandagawa Jet Girls si sfidano in spietate corse a bordo di potenti moto d’acqua e armate di “letali” liquidator, nel tentativo di coinvolgere il giocatore a colpi di gameplay e con una dose minima di fanservice.

Scritto il 11.09.2020
da Filippo Facchetti
Apert

Kandgawa Jet Girls: Introduzione

Marvelous ha da tempo intrapreso una strada ben precisa, che vede i team di sviluppo sotto la sua ala mettersi alla prova con progetti sempre più vicini al mercato dell’animazione. Il risultato è la nascita di un gran numero di prodotti con protagoniste formose e saldamente legate alle caratterizzazioni in voga negli anime giapponesi del momento.

Lo abbiamo visto con Ikki Tousen, con Senran Kagura, con Valkyrie Drive e lo riviviamo ancora oggi con Kandagawa Jet Girls. Questa volta le prosperose protagoniste si sfidano in spietate corse lungo il fiume Kanda, a bordo di potenti moto d’acqua e armate di “letali” liquidator, nel tentativo di coinvolgere il giocatore a colpi di gameplay e con una dose minima di fanservice.

Il progetto si inserisce all’interno dell’ormai rodata collaborazione tra Marvelous e Kadokawa e, come da tradizione, ruota attorno allo sviluppo di una serie animata (trasmessa in Giappone alla fine del 2019) e di questo videogioco dello studio Honey∞Parade Games, fondato tempo fa dall’inossidabile Kenichiro Takaki, qui tenuto a freno dalle nuove politiche di Sony.

L’assenza degli elementi “piccanti” avrà influito sul risultato finale?

Meccaniche e Gameplay

Gli sviluppatori di Jet Girls si sono assicurati di inserire nel gioco un gran numero di meccaniche, nel tentativo di creare un’esperienza capace di coinvolgere e appassionare grazie al gameplay. Le gare si svolgono secondo regole molto simili a quelle del vecchio Mario Kart Double Dash, con due personaggi che si alternano nel ruolo di pilota (Jetter) e di “artigliere” (Shooter) a bordo dello stesso veicolo.

Mentre una delle ragazze del team controlla la moto d’acqua per seguire le curve del tracciato e superare le rivali, la sua compagna sfrutta un potente liquidator e un ricco arsenale di armi prese in prestito da Senran Kagura: Peach Beach Splash, per rallentare le altre partecipanti. La pistola d’acqua d’ordinanza è sempre disponibile, ma le altre armi devono essere raccolte travolgendo le apposite icone lungo il percorso.

Premendo il tasto Cerchio si scatena lo sparo normale, utile per sbarazzarsi degli ostacoli lungo il tragitto e per disturbare le altre partecipanti della gara. Con il Quadrato si assume invece il controllo della tiratrice per sfruttare le armi secondarie e colpire eventuali bersagli, sia davanti che alle nostre spalle.

È anche possibile utilizzare dei potenti attacchi speciali legati al riempimento di un apposito indicatore. Si va dall’aumento del turbo alla possibilità di raccogliere per un breve periodo due armi speciali, fino all’immancabile clone dell’odiatissimo guscio blu di Mario Kart.

Purtroppo il bilanciamento di queste abilità lascia molto a desiderare, visto che a seconda della posizione in classifica possono risultare inutili o eccessivamente potenti. Le meccaniche legate alle sparatorie sono state studiate per permettere al giocatore di avere tutto il controllo possibile, ma a conti fatti la loro efficacia è decisamente ridotta, al punto da spingere a concentrarsi sulla guida vera e propria per seminare gli avversari a colpi di scatti, acrobazie e derapate.

Per sfruttare al meglio le moto d’acqua si possono usare tecniche di ogni genere, dall’immancabile partenza in scatto (eseguibile iniziando ad accelerare quando il conto alla rovescia arriva al numero 2) alle derapate in curva con cui caricare un indispensabile turbo.

Ci sono poi le acrobazie aeree dopo i salti con le rampe e la gestione del peso del veicolo, in avanti o indietro, per avere più controllo in curva o incrementare la velocità massima. Passando attraverso delle porte luminose, inoltre, si ottengono momentanei aumenti di velocità e si ricarica l’indicatore per il turbo.

 

Oltre alle gare, il gioco offre anche altri modi per divertirsi. All’immancabile modalità per la personalizzazione, ricca di oggetti da sbloccare con cui modificare l’aspetto dei personaggi e delle moto d’acqua, si affiancano quattro minigiochi che, per assurdo, si rivelano perfino più appassionanti delle corse vere e proprie.

Nel primo si devono premere rapidamente combinazioni di tasti sempre diverse per lavare la moto d’acqua accumulando il punteggio più alto possibile. Nel secondo si deve lavare il pavimento, passando sulle parti bagnate ed evitando i coni disseminati lungo il tragitto. Nel terzo si devono raccogliere dei cuori mentre si corre su un tapis roulant, e nel quarto si devono accumulare punti esibendosi in diverse acrobazie con le moto d’acqua.

Dal punto di vista tecnico, Jet Girls presta il fianco a qualche critica di troppo. Il difetto principale è sicuramente quello legato al frame rate altalenante, problema non da poco per un gioco che dovrebbe fare della velocità e della fluidità il proprio cavallo di battaglia.

Le ambientazioni sono sempre vive e colorate, ma se il prezzo da pagare per il colpo d’occhio è la fluidità del gameplay, è meglio rinunciare a qualche dettaglio. Probabilmente è proprio a causa della scarsa ottimizzazione che non è stato inserito il multiplayer offline. Anche la fisica dell’acqua non è delle migliori e restituisce un feedback a tratti troppo ingessato, con un impatto evidente sulla godibilità delle gare.

Sul fronte sonoro troviamo un ottimo doppiaggio in giapponese, affiancato dalle musiche allegre e spumeggianti che ci si aspetta da una produzione di questo tipo. Sotto questo punto di vista, l’impronta di Marvelous emerge chiaramente, così come i costanti rimandi all’animazione nipponica tanto vicina ai franchise di questa casa di produzione.

Il pensiero dell’autore: Filippo

Sulla carta, Kandagawa Jet Girls sarebbe dovuto essere un clone acquatico di Mario Kart con la fisica e le dinamiche tanto apprezzate in Wave Race. La realtà, purtroppo, è molto diversa. Il team di sviluppo non è infatti riuscito a creare un’esperienza genuinamente divertente.

Fanservice a parte, Kenichiro Takaki ha dimostrato di avere la versatilità necessaria per passare senza soluzione di continuità da un genere ludico a un altro, creando nel corso degli anni action platformer, picchiaduro a scorrimento, musou, simulatori di flipper e sparatutto in terza persona, riuscendo quasi sempre a centrare il bersaglio.

Allo stesso modo ha però fatto capire di aver bisogno di più iterazioni dello stesso franchise per aggiustare il tiro. Non è un caso se Estival Versus, il miglior capitolo di Senran Kagura, è nato dopo diversi tentativi meno convincenti.

Giocando Jet Girls ci si rende subito conto che qualcosa non è andato per il verso giusto. Pur mettendo a disposizione molti contenuti per il single player, il gioco non prevede la possibilità di giocare in multiplayer offline sulla stessa console. Si tratta di un’assenza imperdonabile per un titolo appartenente al genere racing, a maggior ragione considerando lo scarso numero di utenti sui server online.

Gli sviluppatori avrebbero dovuto lavorare di più anche sul fronte dell’Intelligenza Artificiale, che raramente si dimostra in grado di impensierire i giocatori umani. Si tratta di errori di progettazione macroscopici che potrebbero essere risolti in un eventuale seguito, magari sull’imminente nuova generazione di console.

Valutazione di TopGamer
Kandagawa Jet Girls è un gioco colorato, divertente, ricco di contenuti, ma flagellato da alcuni problemi che rendono difficile consigliarne l’acquisto. L’assenza del multiplayer offline, un frame rate ballerino e alcune meccaniche non perfettamente a fuoco rendono il titolo Marvelous un punto di partenza interessante per un eventuale seguito. Nulla di più.
PRO
  • Grafica molto colorata
  • Minigiochi divertentissimi
  • Tanti contenuti per il single player
CONTRO
  • Manca il multiplayer offline
  • Frame rate ballerino
  • IA troppo “docile”
5.5/10
VOTAZIONE
Valutazione lettori
0,00/5
0 voti
Vota tu
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi