Little Nightmares II – Recensione

Sogni, incubi, metafore... storie.

Scritto il 26.04.2021
da Davide Longobardi

Little Nightmares II (PC, PS4, Xbox One, PS5, Xbox Series X|S, Nintendo Switch, Google Stadia)

Sviluppatore: Tarsier Studios

Publisher: Bandai Namco Entertainment

Uscita: 11 feb 2021

Prezzo: 29,99 euro

Nella vita si fanno diversi tipi di sogni: alcuni non sono che frammenti di immagini e situazioni, altri invece prendono forma di una vera e propria piccola storia. Spesso, alla luce del raziocinio, appaiono perlopiù insensati e assurdi, ma in altri casi riescono ad acquisire un vero significato, seguendo uno sviluppo comprensibile, unendo così i puntini in un’interpretazione successiva; a volte, però, capita di fare dei sogni talmente vividi da lasciare la mente confusa anche dopo il risveglio, alcuni dei quali sono così affascinanti da riuscire a farci desiderare di reimmergersi ancora una volta nelle proprie atmosfere, così da riprendere il filo di una vicenda spezzata dal sopraggiungere del mattino.

Little Nightmares II, come suggerisce il titolo, è proprio questo: quel prosieguo di una visione onirica che si spera tanto di sognare nuovamente, guidati dal desiderio di arricchire e completare tutto ciò che abbiamo vissuto la prima volta che si è poggiato il capo sul cuscino.

 

I due protagonisti fanno la conoscenza degli abitanti della Città Pallida

 

Little Nightmares II è tutto quello che ci si aspetterebbe da una seconda produzione ricca di criterio e attenzione, capace di evolvere e addirittura migliorare l’esperienza offerta dal primo titolo, formando contemporaneamente un insieme organico e coerente.

In questa nuova proposta, il gameplay infatti rimane pressoché invariato, proponendo le stesse meccaniche del suo predecessore con l’apporto di qualche aggiunta, sporadica ma sostanziale. Questo, insieme alle migliorie sia tecniche che di design, permettono di presentare un prodotto che mira ad enfatizzare le caratteristiche che contraddistinguono il brand pur mantenendo una propria individualità. Perseguendo la formula survival horror di genere rompicapo-azione proposta nel primo capitolo, si vive un Little Nightmares che non solo soddisfa, ma supera anche le aspettative.

Tra le meccaniche rinnovate, abbiamo il nuovo protagonista, Mono, che talvolta avrà la possibilità di difendersi dai suoi nemici impugnando un’arma con entrambe le mani. Questa non solo potrá essere utilizzata offensivamente, ma risulterà anche l’elemento chiave nella soluzione di alcuni enigmi. E, stavolta, il giocatore non fará tutto da solo: insieme ad un altro personaggio controllato dall’IA, i due protagonisti dovranno cooperare per sopravvivere alle peripezie di un mondo pronto ad inghiottirli.

 

Mono che si arma di mestolo per colpire un bullo

 

Approfondimenti

Little Nightmares II – L’espressione in un silenzio pregno di significato

 

Valutazione lettori
0,00/5
0 voti
Vota tu
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi