MotoGP 19 – Recensione

Il nostro verdetto sull'ultima fatica targata Milestone

Scritto il 24.06.2019
da Antonio Facchini

Finalmente si cambia!

Quasi ogni anno, dal 2008, il franchise di videogiochi Grand Prix, MotoGP targato Milestone, esce con l’inizio della nuova stagione della controparte reale e anche quest’anno arriva di gran carriera il titolo MotoGP 19, il videogioco ufficiale per i fan della MotoGP.

A prima vista, è chiaro che lo sviluppatore  Milestone abbia svolto un gran lavoro,  con alcune novità e miglioramenti fantastici per l’ingresso di quest’anno, ma rimane ancora un titolo rivolto solo ai fan più accaniti del Motomondiale.

MotoGP 19

MotoGP 19 offre molto in termini di esperienza da giocatore singolo, grazie alle varie modalità di carriera, a partire dalla Coppa del MotoGP Rookies Cup fino alla modalità Pro Career MotoGP. Quello che ancora manca, a nostro modo di vedere, è una forte immedesimazione con il personaggio/ambiente. Anche quest’anno tali modalità  non contengono filmati appariscenti (solo qualche scena ai box ma niente di particolarmente “serio”) o una storia vera, quindi l’unico obiettivo è vincere ogni gara possibile.

Tuttavia, il gioco possiede una tonnellata di sfide storiche da completare, ed è stata una delle mie modalità preferite per mettermi alla prova. The Historical Challenges spazia dagli eroi da 500cc all’era moderna del MotoGP e spingerà i propri limiti, durante i  momenti storici del motorsport con oltre 50 piloti storici da sbloccare e tre tracce aggiuntive. Una delle prime sfide storiche che ho intrapreso è chiamata “Rossi annulla la minaccia di Biaggi” e questo dovrebbe, già da sé, dare un brivido ai fan della MotoGP, in quanto ruota intorno alla rivalità del 2001 tra il “Doc” Valentino Rossi, e Max Biaggi.

La Fisica

La fisica ha subito un bel miglioramento e, con una giusta personalizzazione del livello di simulazione, si potrà ottenere un puro arcade per chi si approccia al gioco per la prima volta o semplicemente vuole giocare per il gusto solo di divertirsi, da semi-simulativo (per i più navigati).

La gestione delle gomme è un fattore chiave e si fa sentire eccome. Durante il week end di gara consiglio di fare le prove per settare meglio la moto. A seconda delle mescole delle gomme e al set-up, la moto si comporterà di conseguenza. Per questo il rapporto della fisica con i minimi cambiamenti apportati sulla moto sarà più che evidente.

MotoGP 19 in pista

A.N.N.A.

La principale novità sulla quale Milestone ha puntato quest’anno è la nuova intelligenza artificiale, chiamata A.N.N.A. (Artificial Neural Network Agent), ovvero una IA in grado di offrire un senso di “realtà” durante la gara. I piloti avversari, ad esempio, avranno la capacità di capire e usare  una traiettoria piuttosto che un’altra a seconda degli avversari intorno a loro, in maniera da non creare incidenti. Insomma più dinamica e realistica grazie alla tecnologia “Reinforcement Learning“.

Possiamo dire finalmente addio a quei noiosi e inguardabili “trenini”, ma grazie all’introduzione di  A.N.N.A. si frammenteranno dei “gruppetti” all’interno del circuito andando a formare i classici raggruppamenti più lenti, medi e veloci, con i primi che prenderanno il volo diventando irrecuperabili in caso ricoprissimo posizioni più basse, cioè esattamente quello che succede nella realtà.

Carriera

La Carriera

Come ci si aspetterebbe, la caratteristica principale è La Carriera. Ti vede crescere dai ranghi dei Red Bull Juniors per diventare campione del mondo MotoGP, oppure è possibile semplicemente saltare subito in alto. La scelta è del giocatore. Fare bene per tutta la stagione ci farà guadagnare offerte da squadre diverse. Le due aggiunte di nota sono il test pre-campionato che è stato aggiunto alla classe superiore (è bello, ma vorrei che fosse disponibile anche in Moto2 e Moto3 – NdR) e un’opzione Pro Career che aumenta la difficoltà e rimuove il riavvolgimento e riavvia.

Cutscene

Su questo lato manca ancora qualcosa. Non ci sono filmati e momenti importanti. Solo alcune cutscene ripetute; esempio: l’entrata del pilota ai box prima della sessione, il pilota che sale sulla moto per entrare in pista e, successivamente, un frammento di qualche secondo mentre torna ai box. Insomma, nulla di che, mentre sappiamo quanto sia emotivo avere qualche filmato che possa coinvolgerci come pilota nell’ambiente della MotoGP.

Il podio inoltre è molto, molto povero di animazione. Quando sono arrivato a gran fatica tra i primi 3 mi sarei aspettato un tripudio di festa durante la celebrazione; invece il tutto si limita ad un semplice filmato di qualche secondo, senza regalare quella  “magia” della vittoria o del podio.

Un accenno alla telecronaca, che chiaramente continua ad essere la voce del sempre presente Guido Meda. Anche a noi, come molti, piacerebbe sentirlo un po’ più a “briglie sciolte” nei suoi storici commenti  “gas a martello” per esempio; manca eccome…..

Ingresso in curva MotoGP 19

I circuiti

I circuiti sono come sempre, realistici nelle configurazioni. Il dettaglio dell’ambiente è ancora un po’ “povero” ma molto è stato fatto negli ultimi anni. Palesa ancora uno “stacco” tra la grafica della moto/piloti all’asfalto. Ma piano piano, Milestone sta finalmente ricamando un gioco che ogni anno fa felice milioni di fan.

Cover

Valutazione di TopGamer
MotoGP 19 è di gran lunga il miglior gioco MotoGP di Milestone fino ad oggi; un netto miglioramento rispetto alle versioni recenti. Ancora qualche difetto, sopratutto nell'ambientazione circostante ai circuiti, mancante di qualche cutscene un po' più emozionante. Elementi che potrebbero veramente decretare MotoGP come uno dei migliori giochi sportivi di corse. Milestone ci sta lavorando da qualche anno, ma pare che questo 2019 sia l'anno più importante per ripartire.
Sicuramente per gli appassionati di questo sport, e dei videogiochi, MotoGP 19 è un MUST TO HAVE.
PRO
  • IA, finalmente ci siamo
  • La carriera
  • Il migliore MotoGP fino ad oggi
CONTRO
  • Cutscene
  • Ambientazione dei circuiti non proprio dettagliata
8.5/10
VOTAZIONE
Valutazione lettori
4,00/5
1 voti
Vota tu
1 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 5
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi