My Hero One’s Justice – Recensione

Prendiamo il controllo dei nostri eroi My Hero One’s Justice riesce a catapultarci nell’universo di eroi creato da Kōhei Horikoshi. Il titolo si propone come un picchiaduro 3D nella più tradizionale formula di Bandai Namco. A modo suo l’azienda di Tokyo, ci fionda nei panni di Izuku Midoriya, Katsuki Bakugo e molti altri personaggi di My […]

Scritto il 30.10.2018
da Enrico Vanni
My Hero One's Justice - Recensione

Prendiamo il controllo dei nostri eroi

My Hero One’s Justice riesce a catapultarci nell’universo di eroi creato da Kōhei Horikoshi. Il titolo si propone come un picchiaduro 3D nella più tradizionale formula di Bandai Namco. A modo suo l’azienda di Tokyo, ci fionda nei panni di Izuku Midoriya, Katsuki Bakugo e molti altri personaggi di My Hero Academia.

Noi della redazione abbiamo provato il gioco su una Xbox One. La formula prevede 3 contro 3, con lo scontro su arene 3D e telecamera alle spalle del giocatore, con la scelta del personaggio principale, che useremo durante tutto lo scontro, e due alleati che potremo richiamare nel mentre. Dopo ogni utilizzo bisogna aspettare qualche secondo di ricarica, prima che l’alleato sia nuovamente utilizzabile. Le mosse potranno essere eseguite in modalità normale o manuale, dove la differenza è focalizzata soprattutto nell’esecuzione delle combo che in modalità normale si chiuderanno con un colpo speciale, automaticamente.

Per tutti gli amanti del manga, ma soprattutto dell’anime, My Hero One’s Justice è chiaramente il gioco che stavano aspettando.

«Devo lavorare più di chiunque altro per farcela! Altrimenti non ci riuscirò…! Voglio essere come te…! Come te. Il migliore degli Eroi!» cit. Midoriya

Diverse modalità di gioco con la precedenza verso il single player

In My Hero One’s Justice le modalità di gioco non mancano. Nel menu principale possiamo trovare la Modalità Storia che ci consente di seguire le vicende dell’anime dal momento in cui Midoriya incontra Gran Torino. C’è da sottolineare che se qualcuno non ha ancora visto l’anime, iniziare subito da questa modalità, lo farà incappare in alcuni spoiler. Nella Modalità Storia, sarà il titolo a decidere quale personaggio userete e contro chi vi batterete. Il tutto condito con vari filmati, simili a fumetti, che ci narrano le varie vicende. Portando a termine questa modalità potremo sbloccare il personaggio All for One, da usare anche nelle altre. Finita la prima run della storia è possibile iniziarne una seconda, questa volta dal punto di vista dei Villain e una terza che ci metterà di fronte a una versione alternativa della storia.

A seguire troviamo la modalità Missioni, la quale consiste nel creare una squadra composta da 3 elementi, sfidando quelle avversarie create per i vari step della modalità. Ogni missione portata a termine fa guadagnare al personaggio punti esperienza e valute di gioco che ci consentiranno di acquistare oggetti per la personalizzazione dei personaggi o della scheda giocatore.

È presente la modalità Partita Locale, dove potremo organizzare singoli scontri contro la CPU o contro un secondo giocatore. Apparirà un menu in cui è possibile scegliere la tipologia di battaglia G1 vs CPU oppure G1 vs G2; potrete decidere se avere una alleato in battaglia, di quanti round sarà composto lo scontro, il tempo a disposizione e la difficoltà della CPU. C’è da aprire una piccola parentesi sulla CPU, in quanto il divario di difficoltà sembra troppo netto, passando da un avversario che tende quasi sempre a scappare, per passare a uno scontro contro una CPU agguerrita che ricorre spesso in combo e super mosse che rendono la nostra vittoria a volte frustrante.

La modalità Allenamento, immancabile in questo tipo di produzioni, ci consente di prendere dimestichezza con i controlli, imparando a padroneggiare le varie prese, mosse e attacchi speciali dei vari personaggi.

A seguire c’è la Modalità Online per intraprendere una partita amichevole o classificata contro i giocatori di tutto il mondo, consentendo di scegliere, oltre al personaggio, quale equipaggiamento utilizzare, i due alleati, l’arena e la modalità di controllo dei personaggio tra normale o manuale. C’è da dire che il netcode ha bisogno di qualche accorgimento, siccome anche con una connessione fibra e cavo ethernet, My Hero One’s Justice presenta alcuni lag che vanno ad impattare negativamente sul risultato della partita.

Infine è presente la modalità Arcade, che ci consente di scegliere la nostra squadra di tre personaggi e intraprendere una serie di 6 scontri. Una modalità da picchiaduro classico.

My Hero One's Justice, screenshot

“Muori!” cit. Kacchan

Lunga vita alle personalizzazioni

La personalizzazione dei personaggi è una delle funzioni messe a disposizione dall’opera. Attraverso questa, potremo modificare l’equipaggiamento dei vari PG a nostra disposizione. Queste modifiche vanno fondamentalmente a cambiare solo l’aspetto esteriore del nostro personaggio senza aggiungere migliorie alle statistiche. Queste personalizzazioni potranno esser sbloccate nella modalità storia, soddisfando determinati requisiti durante gli scontri. In alternativa lo sblocco è possibile tramite le valute del gioco, ottenibili nelle modalità Storia e Missioni. Possiamo anche modificare le battute dei personaggi e il motto visualizzato all’inizio di ogni scontro. Le personalizzazioni sono purtroppo uguali per ogni eroe, il che ci rende difficile personalizzare tutti i PG con accessori e indumenti unici.

L’altra funzione riguarda la personalizzazione del profilo giocatore, consentendoci di modificare la nostra scheda con simboli vari, cornici, emblemi e commenti. I simboli potranno esser sbloccati completando i requisiti mostrati sotto ognuno di essi. La stessa cosa vale per le cornici e gli emblemi. I commenti saranno disponibili sin da subito.

C’è da dire che in generale queste personalizzazioni lasciano il tempo che trovano.

My Hero One's Justice, personaggio

I modelli 3D e le animazioni

I punti di forza di My Hero One’s Justice sono sicuramente i modelli 3D dei personaggi e le loro animazioni. Il metodo di creazione si basa sul cel shading. Ogni modello è fedelissimo al personaggio del manga (o dell’anime). Stessa cosa per le animazioni che risultano fluide e molto fedeli a quelle del cartone animato. Sono in grado di riproporre gli stessi movimenti e inquadrature. La spettacolarità delle animazioni dà il suo massimo durante l’uso delle mosse speciali.

Buono anche il comparto audio

Anche il comparto audio del gioco riproduce fedelmente quello dell’anime, con il doppiaggio in giapponese fatto dagli stessi dell’anime, ovviamente sottotitolato in italiano. Le musiche di gioco sono ben realizzate e si adattano molto bene come sottofondo durante gli scontri.

Per concludere, si può dire che il gioco sia un buon titolo per gli amanti dei picchiaduro 3D, apprezzabile maggiormente se si è fan del manga o dell’anime. Purtroppo non è un prodotto esente da imperfezioni.

Valutazione di TopGamer
My Hero One's Justice è il gioco che sicuramente ogni appassionato del manga e soprattutto dell'anime, stava aspettando. Unisce le classiche meccaniche dei picchiaduro 3D di Bandai Namco all'universo di My Hero Accademia. Peccato solo per alcuni fattori da sistemare un pochino, ma in linea di massima si tratta comunque di un prodotto che, al netto di qualche imperfezione, fa il suo dovere
PRO
  • Molto fedele all'anime
  • Comparto audio/video ben realizzato
  • Molte modalità di gioco a disposizione
CONTRO
  • Comandi a volte legnosi
  • Personalizzazione dei personaggi quasi inutile
  • Netcode da migliorare
7/10
VOTAZIONE
Valutazione lettori
4,00/5
1 voti
Vota tu
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi