Recensione- Senran Kagura Estival Versus

Titolo: Senran Kagura Estival Versus genere: Musou Sviluppatore: Tamsoft data d’uscita: 26 Marzo 2015 Dopo averlo giocato con molta attenzione, possiamo parlarvi di Senran Kagura Estival Versus, titolo sviluppato da Tamsoft e rilasciato da Marvelous Entertainment, questo titolo ha delle particolarità, soprattutto se saremo disposti a trattare un argomento sul ruolo delle donne nei videogiochi, […]

Scritto il 17.04.2017
da 6@dmin
Titolo: Senran Kagura Estival Versus
genere: Musou
Sviluppatore: Tamsoft
data d’uscita: 26 Marzo 2015


Dopo averlo giocato con molta attenzione, possiamo parlarvi di Senran Kagura Estival Versus, titolo sviluppato da Tamsoft e rilasciato da Marvelous Entertainment, questo titolo ha delle particolarità, soprattutto se saremo disposti a trattare un argomento sul ruolo delle donne nei videogiochi, anche se non sarà questo il luogo (non ancora). Senran Kagura è un brand conosciuto per il suo lato ” ecchi ” (perverso in giapponese) in cui delle giovani ragazze si divertiranno, tra un combattimento e l’altro, durante le loro vacanze estive, cercando di averne un buon ricordo di esse. Avremo solo personaggi femminili, che si distingueranno tra loro per i loro caratteri molto contrastanti, abilità e stile di combattimento. Non vi sono però dei personaggi centrali, o meglio, la “trama” se così vogliamo chiamarla, non è incentrata su uno o più personaggi, bensì avremo modo di conoscerle meglio durante il proseguimento del gioco.
Già dalla opening del titolo capiremo molto su quello che sarà il gioco, un balletto di ragazze formose accompagnerà la canzone del titolo, questo prima sarà prima di iniziare a giocare. Avremo una modalità single-player ricca di missioni da compiere con ogni personaggio del gioco, quest’ultime si divideranno in due categorie: The shinobi’s girl heart e quelle della campagna. Nella prima avremo cinque missioni per ogni personaggio, in cui più si andrà avanti e più la difficoltà aumenterà, la campagna invece sarà divisa in otto giorni, che avranno una durata differente, anche qui, più si andrà avanti e più la difficoltà aumenterà. Al termine di ogni missione, il nostro personaggio livellerà e otterremo degli Zeni (la valuta del gioco) con cui potremo acquistare oggetti di personalizzazione, musiche e cutscene

Passiamo ai personaggi, che saranno saranno 25 in totale, ogni ragazza si distinguerà per carattere, abilità e stile di combattimento, infatti alcune di loro avranno uno stile di combattimento a medio raggio, così come altre avranno un ampio raggio d’azione. Essendo un musou, Senran Kagura, avremo tantissimi nemici su schermo da abbattere, spesso saranno un centinaio alla volta e da qui, partirà un festival di combo che raggiungeranno numeri altissimi. Inoltre avremo una barra arancione che servirà a ricaricare le pergamene, con esse potremo trasformarci e utilizzare le abilità del personaggio che anch’esse variano molto  tra loro. Con la trasformazione in shinobi, la ragazza cambierà d’abito come accade in Sailor Moon, storico cartone animato che ha avuto importanza per l’infanzia di ognuno di noi. Una volta trasformati avremo accesso alle abilità del personaggio, saranno due, che variano nel consumo delle pergamene (massimo si consumeranno 2 pergamene ad attivazione), esse causeranno molti danni agli avversari. Avremo la possibilità di sfruttare i muri per alcuni attacchi o addirittura creare una combo con una compagna di squadra, inoltre avremo una grande varietà di quest’ultime da sfruttare che potrete trovare nel menù di pausa del gioco. La peculiarità ( e ilarità) del gioco, sarà sicuramente la possibilità di mettere a nudo i boss, creando così delle scene ecchi. Questa possibilità si chiama “Creative Finisher“, sconfiggendo il boss vicino a un cartello che simboleggia un punto esclamativo, avrete accesso a una cutscene, dove l’avversaria sconfitta solitamente rimarrà senza vestiti e subirà un umiliazione, che possono variare dalle tipiche corde o polipi (questa è per pochi), mettendo in bella mostra come madre natura le ha create (ovviamente con censure, ci mancherebbe), queste scene variano molto, ne possiamo contare addirittura 50!

Avremo la possibilità di personalizzare ogni ragazza del gioco, dall’abbigliamento prima della trasformazione, passando per il bikini fino ad arrivare all’abito shinobi, che spesso e volentieri saràpiccante “, inoltre potremo aggiungere accessori per dare un aspetto “ Kawaii ” alle ragazze. Un’altra chicca che farà piacere, soprattutto a noi maschietti, sarà il camerino che oltre a personalizzare l’aspetto delle ragazze, potremo anche scegliere in che posa dovranno mostrarsi, ebbene si, quando si entrerà in questa modalità, ci accoglieranno cinque ragazze (che potremo scegliere noi). Potremo scegliere varie pose per ognuna di esse, anche provocanti e scegliere le loro espressioni facciali (come l’imbarazzo) così da dare libero sfogo alla fantasia perversa. Non tutti sanno però che vi è una chicca segreta per molti, che troverete sempre nel camerino, infatti passando alla modalità visuale libera quando starete personalizzando una ragazza, scuotendo il joypad in verticale ( in modo per non fraintenderci) simulerete un palpeggiamento sulla ragazza in questione, anche se si limiterà alla singola azione.

Ciò che troveremo visivamente in Senran Kagura Estival Versus, sarà una buona grafica, che non si perde in dettagli ma molto pulita, con buoni colori ma pessime texture. Anche la telecamera non sarà d’aiuto in alcune situazioni e il lock bersaglio sarà scomodo, mentre possiamo notare l’impegno impiegato sulla fisica dei seni ogni volta che il personaggio eseguirà un movimento, bisogna menzionare anche la grande quantità di musiche disponibili. Purtroppo si verificheranno alcune volte cali di frame rate, che faranno storcere non poco il naso.

Ci sarebbe un discorso da fare intorno a questo titolo così come tanti altri, che si andranno a ricollegare in una prossima “chiacchierata” sul ruolo delle donne nei videogiochi, non è questo purtroppo il luogo. In fin dei conti il titolo è un ecchi, che molti potrebbero confondere con pornografia“, questo genere mostra un ” nudo innocente “, o meglio per specificare, possiamo affermare che ciò che troverete in questo titolo è una perversa comicità, se affilieremo tale elemento ai cartoni animati giapponesi, alcuni di essi sfruttano dei clichè per creare scene di puro fraintendimento comico. In questo titolo però essendoci unicamente personaggi femminili, si limita a un ecchi leggero, in cui vi è solo l’umiliazione, nessuna scena fraintesa vi sarà al suo interno, rendendo così tali scene “normali clichèforzati. Passando oltre, ho trovato questo titolo divertente ma allo stesso tempo anche stressante, trattandosi di un musou, i combattimenti saranno ripetitivi e duraturi rovinando così un concept simpatico del gioco, forzandoti così a utilizzare sempre e unicamente le stesse mosse. Trattandosi poi di un titolo che arriva da PS Vita, ha un buon comparto grafico. Senran Kagura Estival Versus è però un gioco che andrebbe giocato senza ombra di dubbio, ovviamente non dovrete farvi ingannare dalle belle ragazze in costume.



Titolo testato su Playstation 4
-Yaiba12
Valutazione lettori
0,00/5
0 voti
Vota tu
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi