Recensione – Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands

Il co-op che non ti aspettavi – provato per Ps4 Una gran ventata di aria fresca si presenta per i nostri cari amici, i Ghost. La Bolivia è pronta a “coglierli a braccia aperte” in un open world mai visto prima. Il cambiamento della saga ha portato con sé quel rischio, diventato pericolo, di ricorrere […]

Scritto il 19.03.2017
da 6@dmin

Il co-op che non ti aspettavi – provato per Ps4

Una gran ventata di aria fresca si presenta per i nostri
cari amici, i Ghost. La Bolivia è pronta a “coglierli a braccia aperte” in un
open world mai visto prima. Il cambiamento della saga ha portato con sé quel
rischio, diventato pericolo, di ricorrere a problemi tecnici non indifferenti.

Una Bolivia dominata
da malparidos

In Ghost Recon Wildlans la trama si presenta banale, ma
ricca di dettagli in continua evoluzione, in una Bolivia che stupisce, ma che
ospita il Cartello del Santa Blanca ormai dittatore del Paese. L’introduzione
nel mondo di gioco è fantastica, essa sottolinea il pessimo comportamento che
gli Stati Uniti presenta in determinate situazioni. Quest’ultima sarà pronta ad
entrare in trincea solo quando il Cartello boliviano intercetta in certo qual
modo l’economia americana, fino ad un evento che annuncia guerra, in questo
caso l’uccisione di un agente della CIA. Entrati in Bolivia, nel cuore
dell’enorme mappa di gioco, passiamo subito in azione alla scoperta di
informazioni riguardanti il Buchones della zona, queste informazioni ci
porteranno ad obbiettivi che costringeranno ai grandi del cartello ad uscire
allo scoperto, fino alla loro esecuzione e liberazione della regione.
L’organizzazione del Cartello del Santa Blanca si divide in: sicurezza,
produzione, influenza e contrabbando. Il titolo vi lascerà completa decisione
nel colpire le “branchie”, fino ad arrivare al capo delle varie organizzazioni,
indebolendo il Cartello vi avvicinerete al Capo dei Capi: “El Sueño”. Sarete
costretti a fare sempre le solite azioni: indagare, ferire gli affari del Buchones
ed ucciderlo. Potrete approfondire la conoscenza dei nemici, con la raccolta di
collezionabili, che vanno ad arricchire la conoscenza del territorio e il
dossier Kingslayer. Il tutto non vi annoierà mai grazie ad un’ambientazione in
continua evoluzione, tra vegetazione e costruzioni artificiali di vario genere,
missioni secondarie che potenzieranno il vostro arsenale e daranno una mano ai
ribelli ed un comparto co-op eccellente.


Siamo Ghost, noi non
esistiamo

Come già accennato, l’introduzione di cambiamenti, nella
saga, hanno scosso e non poco i fan della serie, tanto da non riuscire ad
accettarlo. Non è più un classico Ghost, vero, ma con le introduzioni avvenute
nel mondo videoludico è bene rischiare e portare novità. Tale decisione è stata
premiata, ma ha trascinato con se problemi che possono disturbare il giocatore
che ha intenzione di godere un titolo in singolo. Ghost Recon Wildlans dà il
meglio di sé, giocato in co-op. Noterete che il titolo è stato concepito per
un’esperienza in comune con un amico, qui potete godere di azioni coordinate,
come il colpo sincronizzato. Il titolo non abbandona lo stile “Ghost”, ma
lascia libertà d’azione contro le forze nemiche, in stealth o in piena guerra
l’importante è raggiungere l’obbiettivo.

Le abilità sono essenziali per l’evoluzione del personaggio,
esse variano dal potenziare la squadra al drone, che si rivelerà più importante
di quanto potrebbe sembrare. Il vero protagonista del titolo è l’arsenale,
vasto e rifinito nei minimi dettagli, che potrete apprezzare grazie alla
modalità Gunsmith, che vi permetterà di analizzare l’arma come non avete mai
fatto prima d’ora.  In singolo farete
parte di una squadra composta da quattro agenti, dotati di intelligenza a volte
scadente, ma migliorata se messa a confronto con la situazione beta. Assente è
la caratterizzazione degli agenti, che oltre a barzellette e discorsi sui
nemici, non pone nessuna attenzione sui personaggi.  In co-op, potrete partecipare in quattro
massimo, godrete di un’esperienza completa, poiché in situazioni tragiche, come
bug e glitch, non potrete far altro che divertirvi.

Prega la Santa Muerte

Anche l’intelligenza artificiale dei nemici lascia a
desiderare, ecco perché consigliamo di godere il titolo in difficoltà maggiore
di quella normale. Comunque il contesto, come affermato più volte, è
fantastico, il punto forte del titolo. In giro per la Bolivia osserverete ribelli
giustiziati, esplosioni di veicoli in piena giungla, città fantasma, rovine di
culture antiche e molto altro. Scoprirete le tradizioni della Bolivia, la religione
vi circonderà, conoscerete la Santa Muerte, Pacha Mama e molto altro sulle
leggende boliviane. Bisogna stimare il duro lavoro fatto da Ubisoft nel portare
il giocatore nell’America meridionale, creando l’open world più grande che
abbia mai fatto.


Sector Técnico

Tecnicamente stupisce e fa storcere il naso allo stesso
tempo. Offre dei paesaggi mozzafiato con una profondità di campo incredibile. Il
motore grafico offre una potenza particolare annullando i caricamenti e presentando
un numero enorme di avamposti. Il viso dei personaggi lascia a desiderare, come
quello di Bowman, agente divisione della CIA per la divisione attività
speciali. Il comparto sonoro è ottimo, grazie al doppiaggio unico di Luca Ward
in El Sueño e di molti altri personaggi principali, di una radio in costante
aggiornamento sulle situazioni e sui rumori che i fucili presentano. Vi è la presenza anche di alcuni glitch ,ma con la “fortuna” di essere non solo fastidiosi, ma anche divertenti. Pessima
la guida, specialmente quella delle moto che vi sconsigliamo di guidare.

Ghost Recon Wildlans diverte come pochi, un tattico stealth
che sarà pronto a stupirvi, se giocato con amici il titolo dà il massimo di sé.
Le introduzioni di alcune modalità sono uniche nel genere. Le meccaniche open
world renderanno fluido lo svolgere della trama. In singolo, riscontrerete
problemi dovuti all’ intelligenza artificiale. Un titolo che presenta tanto da
fare nella fantastica Bolivia.

 

 

Valutazione lettori
0,00/5
0 voti
Vota tu
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi