WWE 2K20 – Recensione

La nostra recensione di WWE 2K20, ultimo capitolo dell'oramai leggendaria saga dedicata alla più importante federazione di wrestling.

Scritto il 10.11.2019
da Giacomo Todeschini
WWE 2k20 - Recensione

Un vero e proprio peccato madornale, un clamoroso esempio di capitale dilapidato: parlare di WWE 2K20 in altri termini è veramente difficile e, mai come questa volta, il prodotto basato sulla federazione di wrestling più famosa del mondo aveva deluso. Novità insignificanti e ridotte ai minimi termini, comparto grafico datato e ampiamente rivedibile, bug a profusione: il lancio di WWE 2K20 è stato un vero e proprio disastro e difficilmente ci saremo aspettati di trovarci di fronte a qualcosa del genere.

Veramente interessante sarebbe capire cosa sia successo durante lo sviluppo a Visual Concepts e, soprattutto, a cosa è dovuta questa deriva qualitativa che sta interessando negli ultimi anni una delle serie sportive più longeve e con più potenziale di sempre. Pensando al grande pubblico e interesse che la WWE riesce ad attirare su di sé è infatti davvero enigmatica tale situazione; ancora più difficile da comprendere è quanto i fan della saga saranno disposti ancora a sopportare tutto ciò.

Un’esperienza completa

Tale pressappochismo è ancora più sconcertante se comparato alla grande quantità di contenuti e modalità presenti in WWE 2K20. Il titolo di Visual Concepts, software house che ha preso in mano la serie dopo l’abbandono della storica Yuke’s, è infatti colmo all’inverosimile di possibilità e presenta praticamente qualsivoglia opzione desiderabile da un fan di wrestling. TLC, Royal Rumble e incontri nella gabbia: sotto tale aspetto non c’è veramente nulla da dire.

WWE 2K20

Buone anche le due Showcase presenti, ossia le modalità narrative dell’opera che ci permettono di rivivere alcuni degli eventi più epocali avvenuti in WWE negli ultimi anni. Nelle Showcase di quest’anno potremo infatti non solo metterci dei panni del possente Roman Reigns, celebre volto della compagnia nonché atleta di copertina, ma anche entrare a far parte di quella Woman Revolution che tanto ha segnato il WWE Universe nel corso degli ultimi anni.

Nella modalità Mio Giocatore saremo inoltre chiamati a creare ed impersonare ben due personaggi, uno maschile ed uno femminile, in un lungo ed interessante flashback sulle loro carriere. Dalle stalle alle stelle, due strade parallele raccontate a ritroso a partire dal momento della massima onorificenza disponibile in WWE: l’ingresso nella Hall of Fame.

Lento e impreciso

Sul piano contenutistico non c’è quindi veramente nulla da dire a Visual Concepts, che sotto tale aspetto ha fatto un grandissimo lavoro, non facendo mancare veramente nulla ai numerosi appassionati della serie. Tale cura non si può purtroppo ritrovare nel gameplay che, a fronte di alcuni graditi ma piccoli miglioramenti, resta lo stesso controverso di sempre. Personaggi lenti ed ingolfati, collisioni imprecise e brutte da vedere, QTE in quantità industriale: purtroppo WWE 2K20 si porta sistematicamente dietro tutti gli scheletri del passato, senza riuscire a proporre un’esperienza nuova e degna dello spettacolo offerto dalla federazione statunitense di wrestling. Il che, lo ripetiamo per l’ennesima volta, è un vero peccato considerando le grandi potenzialità insite nella carovana mediatica della WWE.

screenshot wwe 2k20

Ci sono fortunatamente anche degli aspetti positivi in questo appuntamento annuale della serie e, finalmente, la mappatura dei comandi è stata svecchiata e resa più istintiva e semplice da usare rispetto al passato. Purtroppo il tutto non va di pari passo con un gameplay ancorato ai pesanti errori concettuali del passato. Chiunque abbia apprezzato gli ultimi episodi della saga troverà comunque di che divertirsi sotto tale aspetto anche con WWE 2K20.

Problematico anche il comparto online, con un netcode che, per quanto soddisfacente, non è sempre pulitissimo. Il fatto poi che WWE 2K20 sia un gioco che fa delle reazioni istantanee un suo vessillo penalizza poi eccessivamente i giocatori con la latenza più alta, i quali si troveranno spesso e volentieri in balia dell’avversario senza potere fare nulla per spezzare tale situazione.

WWE 2K20: si poteva e doveva fare di meglio

Arriviamo ordunque a quello che è senza ombra di dubbio alcuno il punto più problematico dell’intero episodio, ossia il comparto tecnico. Difficilmente non avrete infatti visto nei giorni scorsi una lunga serie di gif e immagini sconcertanti su WWE 2K20. Oggetti che spariscono, glitch sistematici, bug a ripetizione; quest’ultimo capitolo non si è fatto mancare assolutamente nulla e ha piagato l’esperienza di gioco nei primi giorni a tutti coloro che hanno attivamente creduto nel progetto, acquistandolo fin dal lancio a scatola chiusa.

WWE 2k20 Brock Lesnar

Come se tutto questo non bastasse, WWE 2K20 presenta anche un incredibile e incontrovertibile downgrade dal punto di vista grafico, con dei modelli dei personaggi che sembrano veramente essere usciti da un titolo di oltre 10 anni fa. Se tale aspetto potrebbe anche starci – ma non troppo – con atleti secondari o non di grandissimo rilievo è però veramente sconcertante vederlo su alcune delle superstar più di spicco della WWE, riprodotte in questo ultimo capitolo della serie in maniera a dir poco approssimativa.

Con il passare del tempo, ed il susseguirsi delle patch, la situazione sta comunque pian piano migliorando ma ciò non può esimerci dal giudicare WWE 2K20 come un titolo uscito in uno stato precario e difficilmente difendibile. Da 2K e una saga di punta come WWE 2K ci saremmo aspettati molto, ma molto di più.

Valutazione di TopGamer
WWE 2K20 è un prodotto solo per i fan più appassionati della saga, per coloro che non riescono a fare proprio a meno dell'appuntamento annuale con la controparte videoludica della celebre compagnia di wrestling. Bug in grande quantità, un gameplay legnoso e un aspetto tecnico ampiamente rivedibile dovrebbero però mettere in guardia gli altri, che con WWE 2K20 potrebbero andare incontro solamente ad una cocente delusione.
PRO
  • Modalità e wrestler a non finire
  • Mappatura dei comandi finalmente migliorata
CONTRO
  • Graficamente arretrato
  • Lento e legnoso
  • Bug e glitch a profusione
5/10
VOTAZIONE
Valutazione lettori
0,00/5
0 voti
Vota tu
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi