YouTube – Disponibile “La Notte” di Michelangelo Antonioni

La notte è del 1961 e vinse l’Orso d’Oro al Festival di Berlino, Nastro d’argento e David di Donatello per la regia del miglior film. Capitolo centrale della cosiddetta “trilogia esistenziale” o “dell’incomunicabilità”, segue L’avventura e precede L’eclisse Trama: La giornata di una coppia in crisi, dalla mattina all’alba del giorno dopo. Giovanni, scrittore di successo, e la moglie Lidia visitano […]

Scritto il 15.05.2020
da Corrado Drago

La notte è del 1961 e vinse l’Orso d’Oro al Festival di Berlino, Nastro d’argento e David di Donatello per la regia del miglior film.

Capitolo centrale della cosiddetta “trilogia esistenziale” o “dell’incomunicabilità”, segue L’avventura e precede L’eclisse

Trama:

La giornata di una coppia in crisi, dalla mattina all’alba del giorno dopo. Giovanni, scrittore di successo, e la moglie Lidia visitano in clinica Tommaso, un caro amico gravemente malato, quindi partecipano al ricevimento di presentazione del nuovo libro. Lidia, annoiata, se ne va presto e vagabonda senza meta per la città, mentre il marito l’attende a casa.

Alla sera, per rompere la monotonia, si recano in un night club, dove assistono a uno spettacolo di danza, ma Lidia pare non sopportare l’uscita a due, perciò la coppia si sposta fuori città, accettando l’invito ad una festa nella grande villa dell’industriale Gherardini, che ha intenzione di assumere Giovanni proponendogli di scrivere un libro sulla sua impresa.

Nonostante il party sia affollato, Lidia rimane chiusa nel suo disagio esistenziale. Oltretutto apprende al telefono che Tommaso è morto, finendo quindi per accettare le avances di uno sconosciuto, rifiutando però di avere un rapporto sessuale. Giovanni invece rimane affascinato da Valentina, la ventiduenne figlia del padrone di casa, che in mezzo ai festeggiamenti se ne sta in disparte a leggere.

In seguito ad un temporale che ha interrotto il ricevimento, i tre si ritrovano insieme in casa; Lidia, che ha visto il marito baciare Valentina, spiega di non provare alcuna gelosia, dato che considera il suo matrimonio finito da tempo. All’alba Giovanni e Lidia lasciano Valentina, visibilmente turbata, e, fermatisi nel parco della villa, si aprono ad un confronto finalmente sincero.

Lei, dopo avergli letto una vecchia e struggente lettera che lui non ricorda nemmeno di aver scritto, ribadisce di non amarlo più, mentre Giovanni cerca inutilmente di riaccendere la vecchia passione, ormai sopita. I due fanno disperatamente l’amore, mentre la cinepresa gira loro le spalle.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi