WhatsApp – Ecco perché in Europa non ci sarà alcuna condivisione dei dati su Facebook

Gli utenti italiani ed europei possono restare tranquilli, grazie al Gdpr entrato in vigore nel maggio 2018 In questi giorni, all’apertura di WhatsApp milioni di utenti stanno ricevendo un messaggio che ha scatenato dubbi e perplessità sulla gestione dei dati sensibili. Il testo in questione è il seguente: “WhatsApp sta aggiornando i propri termini e […]

Scritto il 12.01.2021
da Vittorio Pannone
WhatsApp

Gli utenti italiani ed europei possono restare tranquilli, grazie al Gdpr entrato in vigore nel maggio 2018

In questi giorni, all’apertura di WhatsApp milioni di utenti stanno ricevendo un messaggio che ha scatenato dubbi e perplessità sulla gestione dei dati sensibili.

Il testo in questione è il seguente:

“WhatsApp sta aggiornando i propri termini e l’informativa sulla privacy. Toccando ‘accetto’, accetti i nuovi termini e l’informativa sulla privacy, che entreranno in vigore l’8 febbraio 2021. Dopo questa data, dovrai accettare questi aggiornamenti per continuare a utilizzare WhatsApp. Puoi anche visitare il centro assistenza se preferisci eliminare il tuo account e desideri ulteriori informazioni”.

Come alcuni ricorderanno, WhatsApp è stato acquistato da Facebook nel febbraio 2014, ma negli ultimi mesi l’interazione tra le due applicazioni è diventata sempre più stretta. L’avviso sui dati sensibili che abbiamo citato sopra mira quindi a tutelare gli interessi di Facebook, che potrà continuare a usare i dati in arrivo dall’app di messaggistica istantanea, e a condividerli anche con Messenger e Instagram.

Gli utenti italiani ed europei possono però restare tranquilli, perché nel nostro continente sono presenti regole di protezione privacy molto rigorose. Nello specifico, il Gdpr entrato in vigore nel maggio 2018, impedisce a WhatsApp di condividere i dati degli utenti europei con Facebook.

Per chiarire ogni dubbio, WhatsApp ha rilasciato una dichiarazione ufficiale sul proprio account Twitter:

“Vogliamo chiarire alcune voci ed essere chiari al 100%, continueremo a proteggere i vostri messaggi privati con crittografia end-to-end. Il nostro aggiornamento della politica sulla privacy non influisce sulla privacy dei tuoi messaggi con amici o familiari”.

Anche un portavoce della compagnia ha voluto dire la sua in merito alla vicenda:

“Non ci sono modifiche alle modalità di condivisione dei dati di WhatsApp nella Regione europea, incluso il Regno Unito, derivanti dall’aggiornamento dei Termini di servizio e dall’Informativa sulla privacy. Non condividiamo i dati degli utenti dell’area europea con Facebook allo scopo di consentire a Facebook di utilizzare tali dati per migliorare i propri prodotti o le proprie pubblicità”.

Per maggiori informazioni, la società californiana invita tutti gli utenti a scoprire di più sulla privacy e su ciò che NON condividerà su Facebook al seguente indirizzo.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi